Mascherucci (Judo Frascati) bronzo al mondiale Master

0
1103
mascherucci
Mascherucci
mascherucci
Mascherucci

L’Asd Judo Energon Esco Frascati si fregia di un alloro mondiale. Il club tuscolano ha seguito a distanza la fantastica prestazione di Roberto Mascherucci nel campionato mondiale Master disputato nello scorso fine settimana a Miami: l’atleta, frascatano doc, è arrivato fino al penultimo atto della competizione iridata conquistando un “pesantissimo” bronzo. «Questo era già un anno memorabile per me, visto che avevo conquistato la medaglia di bronzo agli Europei di Porec e vinto tre titoli italiani in un solo giorno poco più di un mese fa, ma speravo in una ciliegina sulla torta – dice Mascherucci – Ho avvertito sin dall’inizio delle bellissime sensazioni e stranamente ero molto sereno e tranquillo, ma al tempo stesso determinatissimo. Mi ha aiutato anche l’aver superato in pochi secondi il primo turno, che solitamente “soffro” un po’, battendo per ippon un atleta tedesco. Successivamente ho sconfitto ancora per ippon un canadese e a quel punto ho incrociato un brasiliano molto forte con cui è stata battaglia: l’ho spuntata grazie a una controtecnica e ad una buona gestione del vantaggio. In semifinale ho incontrato il giapponese Yamashita, l’atleta più forte al mondo (che tra l’altro finì sul podio con lo stesso Mascherucci in un torneo Cadetti del lontano 1986, ndr). Ho forse commesso l’errore di affrontarlo con troppa “riverenza”, ma è davvero un avversario fortissimo e si è dimostrato più bravo di tutti. Nella finale per il terzo posto, dopo sei ore di gara, sono sceso sul tatami contro un atleta slovacco: alla prima presa, ho capito che avrei vinto e infatti così è accaduto. Il bronzo mondiale? Non mi pare ancora vero, non ho alcun rammarico per questa splendida avventura. Peccato per Alessio Lepore (l’altro atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati presente a Miami, ndr), anche lui poteva arrivare a medaglia, ma forse aveva un po’ di “ruggine” addosso visto che durante la stagione non ha potuto disputare molte gare. Ma lui è più forte di me e sono convinto che, con costanza, arriverà anche lui a queste soddisfazioni». Tornando nei confini nazionali, è stata molto proficua la spedizione dell’Asd Judo Energon Esco Frascati nella quarta prova del “Gran Premio Giovanissimi” svoltasi a Fabrica di Roma e dedicata ai nati dal 2005 al 2008. Tra i più piccoli (classe Fanciulli 2007 e 2008) sono arrivati un poker di primi posti (Rocco Caramoni nei 24 kg, Simone Antonelli nei 33 kg, Nilo Virgilii nei 40 kg e Niccolò Perotti nei 30 kg), il secondo posto di Amy Simbi (nei 32 kg) e i terzi posti di Diego Arcangeli nei 27 kg, Tommaso Ioli nei 24 kg e Alessandro Mancini nei 33 kg. Nella categoria maggiore, quella dei Ragazzi (nati nel 2005 e 2006) si sono registrati i primi posti di Maja Di Nunzio (35 kg), Mattia Gemmiti (39 kg) e Federico Petrini (36 kg) e i secondi posti di Matteo Cusano (36 kg), Luca Mongardini (36 kg) e Alessandro Pastizzo (40 kg) oltre ai terzi posti di Lorenzo Botticelli (45 kg), Flavio Spalletta (36 kg), Niccolò Mazzarelli (48 kg) ed Eveline Van Bemmelen (44 kg). Infine poco fortunata la partecipazione di Veronica Farina (classe 1999) ed Elisabetta Vivino (2000) nel terzo “Gran Prix Campania Judo Cadetti” disputato a Eboli: la prima ha vinto un incontro e perso altri due con avversarie molto forti, mettendo comunque sul tatami il massimo impegno, mentre la seconda ha subito un infortunio nel corso del primo incontro e non è riuscita a tornare a gareggiare.

Print Friendly, PDF & Email