Mauro Buffoli un chiavarese nei teatri di tutto il mondo

0
3542
mauro buffoli
Il tenore di Chiavari Mauro Buffoli

mauro buffoli
Il tenore di Chiavari Mauro Buffoli

Mauro Buffoli è un tenore di Chiavari che ha lavorato con grandi artisti ed ha cantato nei più importanti teatri del mondo. L’artista tigullino ha lavorato con Plácido Domingo, José Carreras, Zubin Mehta, ha lavorato con Riccardo Muti, Andrea Bocelli e con Luciano Pavarotti, uno tra gli artisti italiani più conosciuti ed apprezzati nel mondo. «La musica è sempre stata una mia grande passione – commenta Buffoli – al termine degli studi regolari mi iscrissi al Conservatorio di Milano». L’artista chiavarese, al termine degli studi, trovò subito lavoro presso un’azienda telefonica e, grazie alla sua passione per la musica, riuscì a coniugare lo studio con il lavoro. Il cantante, dopo essersi diplomato, iniziò a lavorare presso teatri di provincia e fece diversi concorsi. L’artista, dopo varie esperienze, riuscì ad arrivare terzo al Concorso Televisivo Internazionale Maria Callas. Dopo aver conquistato questo prestigioso riconoscimento iniziò per Mauro Buffoli una prestigiosa carriera. Il primo grande spettacolo a cui Buffoli lavorò fu in occasione del primo volo dell’Alitalia in Cina nel 1986. In quell’occasione il cantante tigullino lavorò con Pavarotti. Un’altra prestigiosa iniziativa in cui Buffoli lavorò fu la messa in scena, in occasione del centesimo anniversario della inaugurazione del Canale di Suez, dell’Aida, opera verdiana che venne proposta per la prima volta proprio in occasione dell’inaugurazione del canale. Quella sera si vollero rievocare gli importanti avvenimenti di cento anni prima e l’artista chiavarese è stato tra i protagonisti della rievocazione. Buffoli ha cantato in Giappone, Corea del Sud, Honk Hong, a Varsavia, Mosca, New York, San Francisco, Chicago e in tante altre città del mondo. «Lavorare nella musica mi ha offerto la possibilità di viaggiare, di fermarmi per lunghi periodi in tanti Paesi – commenta Buffoli – ho potuto conoscere culture e tradizioni degli altri Paesi. Sono solo un po’ dispiaciuto di non essere riuscito a stare molto in famiglia. In questi ultimi anni ho preso parte a tournée che si sono svolte abbastanza vicino a casa».

Enrico Lastrico

Print Friendly, PDF & Email