Meta Magazine con gli studenti del Murialdo all’Archivio Museo di Fiume di Roma

0
1796
studenti
Studenti dell'Istituto Leonardo Murialdo di Albano in visita al quartiere giuliano-dalmata di Roma
studenti
Studenti dell’Istituto Leonardo Murialdo di Albano in visita al quartiere giuliano-dalmata di Roma

Nella mattinata di martedì 31 Maggio Andrea Titti, Editore della testata giornalistica Meta Magazine, (www.metamagazine.it), ha accompagnato una rappresentanza degli studenti dell’Istituto Scolastico Leonardo Murialdo di Albano Laziale, insieme alle Professoresse Flavia Marigliani e Maria Letizia Franceschini, in visita guidata presso l’Archivio Museo Storico di Fiume di Roma.

La visita si è inserita nell’ambito del progetto portato avanti da Meta Magazine sulle tematiche relative al Giorno del Ricordo, le vittime delle Foibe e l’Esodo degli Italiani di Istria, Fiume e Dalmazia avvenuto a cavallo del secondo dopoguerra. Nello scorso Febbraio infatti, presso la Sala Nobile di Palazzo Savelli, i giovani studenti di molte scuole del territorio, avevano partecipato a due appuntamenti di approfondimento storico e culturale, attorno alle vicende relative al confine orientale d’Italia nel secolo scorso, al termine dei quali i ragazzi sono stati chiamati a produrre elaborati per raccontare a modo loro i fatti trattati negli approfondimenti dai numerosi e qualificati relatori, unitamente ad alcune testimonianze dirette di esuli.

Sono stati i lavori di Filippo Perrotti e Davide Venti, dell’Istituto Murialdo perlappunto, ad essere stati scelti quali più meritevoli, pertanto vincitori della visita guidata presso il quartiere giuliano-dalmata di Roma.

Marino Micich, Presidente dell’Associazione di Cultura Istriana, Fiumana e Dalmata del Lazio, partner del progetto insieme a Meta Magazine, ha guidato i ragazzi all’interno delle sale dell’Archivio Museo Storico di Fiume, mostrando loro e raccontando le storie dei numerosissimi documenti e reperti storici custoditi nella struttura riconosciuta da tutte le Istituzioni locali e nazionali.

Successivamente gli studenti ed i docenti del Murialdo, insieme allo stesso Marino Micich ed Andrea Titti, si sono recati presso il monumento che ricorda le vittime delle Foibe e l’Esodo sito nella piazza principale del quartiere giuliano-dalmata, deponendovi ai piedi un mazzo di rose bianche, a simboleggiare il sempiterno ricordo di fatti storici e di persone uccise solo perchè italiane in nome dell’ideologia comunista e dell’odio etnico, per decenni dimenticate ed abbandonate dalla loro stessa Patria.

“Il gesto di oggi – dichiara Andrea Titti – si inserisce all’interno di un percorso che, unitamente alle più importanti realtà associative degli esuli, alla lodevole  sensibilità sul tema dimostrata dagli enti locali, cito ad esempio i Comuni di Albano Laziale e Frascati, oltre che la Regione Lazio e la Città Metropolitana di Roma, con la fondamentale attenzione e partecipazione riscossa dalle scuole dei Castelli Romani, è partito due anni fa su impulso della testata giornalistica di cui sono editore e continuerà anche nel prossimo futuro, sempre con il primario scopo di concretizzare il dettato della legge istitutiva del Giorno del Ricordo, perchè mai più nessuno si possa sentire esule in Patria, e nessuna pagina della storia d’Italia venga più disconosciuta”.

Print Friendly, PDF & Email