Mezza Maratona dei Castelli, i ringraziamenti del patron Francavilla

0
750
Mezza Maratona dei Castelli Romani 2013
Mezza Maratona dei Castelli Romani 2013 - Il podio maschile
Mezza Maratona dei Castelli Romani 2013
Mezza Maratona dei Castelli Romani 2013 – Il podio maschile

“Voglio ringraziare, a nome di tutta l’Associazione degli Amici del Parco dei Castelli, tutti coloro (i comuni interessati, la QQQuestura di Roma, i Comandi delle Polizie locali, i Comandi dei Carabinieri, la Polizia Provinciale, la Cotral, la Croce Rossa, e i tanti volontari ) che la loro professionalità e disponibilità hanno permesso lo svolgimento ordinato e in sicurezza della XVIII edizione della Mezza Maratona dei Castelli Romani, svoltasi a Nemi il 2 ottobre 2016 – inizia così la nota di ringraziamento di Vincenzo Francavilla, organizzatore della Mezza Maratona dei Castelli Romani. E’ doveroso esprimere un plauso particolare al Sindaco di Nemi, Alberto Bertucci, all’Assessore di Nemi Pietro Pazienza, al Comandante della Stazione dei Carabinieri di Nemi, Maresciallo Dario Riccio, al comandante della Polizia Locale di Nemi, Gabriele Di Bella e ai suoi collaboratori, che con la loro pregnante competente attività sul campo sono stati, senz’ombra di dubbio, essenziali nella preparazione e nella realizzazione di un evento complesso e di delicata realizzazione com’è la Mezza Maratona dei Castelli. Siamo ad un crescendo di partecipazione di atleti provenienti da molte regioni italiane e dall’estero, di atleti di caratura nazionale e internazionale. Ormai la Mezza Maratona dei Castelli Romani ha raggiunto, come ha scritto un dirigente di una delle più importanti e partecipate società sportive del Lazio, la sua piena maturità. Ciò torna a merito di chi ha ostinatamente creduto sin dalla prima edizione a un approdo di tale rilevanza – continua così Francavilla. Per dirla tutta, ha giocato a favore degli organizzatori anche la possibilità di disegnare un percorso, o i diversi percorsi per ogni edizione, che si snoda in un territorio, i Castelli Romani, densi di storia e di bellezze paesaggistiche. Un percorso, però, tecnicamente difficile, duro da affrontare di corsa. Un poeta castellano esprimeva le caratteristiche morfologiche del territorio con queste parole: “Da Albano si vien giù per una china – Per un’erta in Ariccia si va su, – Quinci in basso, indi in alto si cammina, – Poi si cala di nuovo per lo ingiù, – E infin ci vogliono, dopo un po’, di piano, – Gli argani per venir qua su………”. I Castelli Romani, un territorio “mosso”, definito dalla sua lunga storia geologica e animato dalla lunga storia degli uomini. Per questo i Castelli piacciono a chi li visita e a chi li percorre passeggiando o di corsa. E’ doveroso sottolineare che nel corso dello svolgimento della corsa, lungo il percorso, ben controllato e recintato, si sono manifestati interesse e curiosità da parte della stragrande maggioranza degli spettatori, mentre – come al solito – ha fatto scena l’intemperanza sguaiata di qualche automobilista. Penso che bisogna far di tutto per far vivere a tutti un paio di ore all’anno, la prima domenica di ottobre, in connubio con una bella manifestazione dello sport e del territorio. La Mezza Maratona dei Castelli Romani – conclude così Vincenzo Francavilla – può conoscere nuovi traguardi, facendosi conoscere più diffusamente in Italia e nel mondo, come “La Maratona dei Castelli Romani, al pari di tante altre analoghe manifestazioni nazionali e internazionali. La realizzazione di tale ambizioso richiede che i comuni di Albano, Ariccia, Genzano, Castel Gandolfo, Rocca di Papa e Nemi la considerino come una iniziativa concertata e curata ogni anno e non soltanto quando la ospitano.”

Print Friendly, PDF & Email