Modo Volley Marino si prepara al derby con Frascati

0
1582
tortelli
Eleonora Tortelli - Modo Volley Marino
tortelli
Eleonora Tortelli – Modo Volley Marino

La serie B2 femminile della Modo Volley de’ Settesoli Marino non riesce proprio a ingranare. La squadra di coach Alessandro Nulli Moroni ha ceduto per 3-1 sul campo del Volleyro Casal de’ Pazzi e per l’ennesima volta ha subito una rimonta. «Una cosa che sinceramente faccio fatica a capire se sia legata ad un fatto mentale o fisico – dice il martello classe 1993 Eleonora Tortelli – Però dobbiamo fare qualcosa per risolvere questo problema: spesso abbiamo l’approccio giusto, è capitato in diverse partite di vincere il primo set e addirittura nel precedente match con Ladispoli eravamo avanti 2-0. Ma poi, purtroppo, ci spegniamo. Con il Volleyro molto “gioco” lo ha fatto la testa perché abbiamo fatto delle scelte sbagliate e nel quarto set siamo totalmente scomparse. Inoltre faceva un gran caldo nel pallone dove si è giocato e questo pure ci ha un po’ condizionato, ma non dobbiamo cercare scusanti». La Modo Volley de’ Settesoli Marino deve immediatamente guardare avanti e mettere tutto quello che ha nel prossimo delicato match: domenica alle ore 18, sul campo di casa, arriverà un Volley Club Frascati capace di vincere un solo set nelle sette partite fin qui disputate. «Non esiste altro risultato che la vittoria, altrimenti diventerebbe complicato tornare in palestra la prossima settimana – dice senza mezze misure la Tortelli – E stavolta dobbiamo scendere in campo con la massima determinazione per chiudere il match a nostro favore in tre set». Anche lei è da tre anni alla Modo Volley de’ Settesoli Marino e ha vissuto “il brivido” di un’annata molto sofferta già due anni fa in serie B2. «In allenamento facciamo vedere cose importanti e non ci specchiamo nell’attuale classifica, ma ora serve tirare fuori anche nelle gare ufficiali quello che sappiamo fare e che valiamo» sottolinea la Tortelli. «Sinceramente siamo infastidite dall’attuale posizione in campionato e non vogliamo nemmeno pensare di fare determinati discorsi, ma bisogna al più presto iniziare a trottare».

Print Friendly, PDF & Email