Monte Compatri, infuria la polemica sul polo scolastico

0
712
montecompatrifontana
Monte Compatri
montecompatrifontana
Monte Compatri

Sarabanda di note stampa da parte del Pd di Monte Compatri e da parte dell’Amministrazione De Carolis sul “nuovo polo scolastico” compatrese.

Iniziamo con la nota del Partito Democratico locale che accusa frontalmente l’Amministrazione con queste parole:

“Pd Monte Compatri – Smontiamo la bufala del progetto del nuovo polo scolastico di Monte Compatri

Da circa due settimane l’Amministrazione comunale di Monte Compatri si vanta di aver approvato un progetto relativo ad un nuovo polo scolastico di Monte Compatri. Peccato che non esista nessun incarico di progettazione e nessun finanziamento certo” – introduce così la nota il Partito Democratico di Monte Compatri, che riceviamo e pubblichiamo:

“LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE
Il presunto polo scolastico nella mente dell’Amministrazione di Monte Compatri risulta senza delibera d’approvazione, senza incarico di progettazione, senza fondi specifici. Ma allora quando si realizzerà? Ai posteri l’ardua sentenza. I nonni monticiani dicevano sempre ai propri nipotini “si ‘mpunito più delle carte farze!” che, tradotto in italiano, suona come “le cose false affermano principi più di quelle vere” – esordisce così nella nota il Pd compatrese. Un proverbio da applicare a quanto sta accadendo in questi primi assaggi di campagna elettorale a Monte Compatri, dove l’ex Sindaco De Carolis mente sapendo di mentire e presenta all’opinione pubblica l’ennesima bufala mediatica: l’approvazione del progetto del nuovo polo scolastico. Una trovata geniale, visto l’alto gradimento che ha riscosso. “Noi siamo d’accordo che a Monte Compatri serva una nuova scuola più sicura, più accogliente, più funzionale, più equa e solidale, più efficiente, più verde, più moderna – afferma Fausto Bassani, Segretario Pd di Monte Compatri. – Urgono spazi più idonei che facciano crescere i nostri ragazzi con la certezza che saranno i protagonisti del futuro. Ma come ci poniamo di fronte a chi si maschera solo per il consenso, raccontando frottole?” Rispetto al progetto sopra menzionato non esiste una delibera d’approvazione: la Delibera n°14 della Giunta Comunale, infatti, è un contributo al Corpo Folkloristico Compatrum: la prova nell’immagine n°1 e n°2. FOTO GIORNALE COMUNALE E DELIBERA Non esiste nessun incarico di

pdmontecompatriscuola
Pd Monte Compatri sul nuovo polo  scolastico compatrese (foto 1)
pdmontecompatriscuola
Pd Monte Compatri sul nuovo polo scolastico compatrese (foto 2)

progettazione per il futuro polo scolastico: il progetto allegato al comunicato stampa comunale è un progetto di massima redatto da una società di progettazione di Forlì che, ufficialmente, non ha nessun contratto con il Comune di Monte Compatri. La prova nell’immagine n°3. FOTO INTESTAZIONE

pdmontecompatriscuola
Pd Monte Compatri sul nuovo polo scolastico compatrese (foto 3)

PROGETTO Non esiste nessun finanziamento certo per la costruzione: il piano Junker, infatti, è un piano di finanziamenti per rilanciare l’economia e l’occupazione e finanziare progetti d’investimento per le imprese e, di certo, i fondi saranno erogati su modulazione delle regioni Italiane e non direttamente ai Comuni. Perché, Sindaco, illudere i cittadini? A ridosso della tornata elettorale, il sistema De Carolis è sempre lo stesso: si parte con i proclami del “faremo, daremo, saremo pronti, approveremo, inseriremo”, che, puntualmente nel tempo e nei fatti, non verranno mai realizzati. Chiudiamo con un altro proverbio: “il lupo perde il pelo ma non il vizio”. Stiamo parlando dello “Stadio della Roma”, della “Chiesa di Molara” e delle perimetrazioni dei nuclei abusivi. “Il Partito Democratico di Monte Compatri, come in passato (e De Carolis se lo ricorderà bene), ha già realizzato il polo scolastico di Laghetto e Molara e stiamo inserendo nel programma possibili soluzioni e proposte per migliorare l’offerta scolastica e culturale di Monte Compatri – conclude Bassani. – I nostri sforzi saranno concentrati soprattutto sulla realizzazione di un asilo nido. Promesse e non chiacchiere”.

decarolisscuola
De Carolis sul nuovo polo scolastico a Monte Compatri

Non tarda ad arrivare la doppia risposta del sindaco De Carolis, che a nome dell’amministrazione dichiara: 

“MONTE COMPATRI, DE CAROLIS: “LA DELIBERA SULLA NUOVA SCUOLA C’È: ENNESIMA FIGURACCIA DEL PD”

“Un semplice refuso, un errore di battitura nella stesura di un articolo sul giornale comunale. Un approccio meno approssimativo, però, avrebbe evitato l’ennesima figuraccia sul piano amministrativo al Pd monticiano; questa volta su un progetto preliminare. Parlo del futuro polo didattico di Monte Compatri, il cui primo stralcio prevede la realizzazione della scuola media. Così, nel pezzo, il numero della relativa delibera diventa 14 invece che 10. Il primo rappresenta la proposta, quella che la giunta va a votare; il secondo è l’atto approvato. Che, dunque, esiste. Mentre per i presunti democratici no. Purtroppo per loro, ci sono le carte che testimoniano quanto varato dagli assessori lo scorso 26 gennaio”, dichiara in una nota il sindaco Marco De Carolis.

“Non è la prima volta che i piddini tentano di fare confusione tra numero di proposta e deliberazione stessa. Farlo su un’idea che riguarda il futuro dei nostri studenti è semplicemente ridicolo. Per una volta sarebbe bello che i dem locali facessero ammenda, ammettendo la loro ignoranza nel distinguere i provvedimenti comunali e le loro difficoltà di comprensione degli stessi”, aggiunge il primo cittadino monticiano.

“È gravissimo – continua De Carolis – che chi si candida a governare non sia in grado di fare analisi amministrativa: la natura del progetto è nell’aggettivo “preliminare”. Noi siamo consapevoli che la strada è lunga. Noi sappiamo che la prassi amministrativa e burocratica si fonda sull’approvazione di un atto preliminare, cui seguono un piano esecutivo e poi uno definitivo; una gara d’appalto e, infine, l’affidamento dei lavori. Noi siamo coscienti, evidentemente i democrat no”.

“In mezzo – spiega –, c’è la ricerca della risorse. Che noi recupereremo con un mutuo e con il piano Junker: tutto scritto nero su bianco, senza nascondere l’iter di realizzazione. Aggiungo, all’indice della loro ignoranza, che un sindaco resta in carica fino al giorno delle elezioni: non sono ancora un ex e lavorerò per il bene di Monte Compatri fino all’ultimo giorno”.

“Sullo stadio della Roma avevamo avanzato una proposta che non è stata accettata. Succede. Sulla chiesa di Molara, per la realizzazione, avrebbe fatto comodo un parere positivo del Parco dei Castelli Romani nel piano integrato: via libera che non c’è stato, non certo per nostre responsabilità. Chiudo citando le parole del signor Bassani: “Il lupo perde il pelo ma non il vizio”. Sì, nel fare figuracce per incapacità di capire gli atti amministrativi; anche se tratto in inganno da un semplice errore di battitura”, conclude De Carolis.

decarolisscuola
De Carolis sul nuovo polo scolastico a Monte Compatri

Inoltre il Primo Cittadino compatrese torna sull’affaire nuovo polo scolastico con questa ulteriore nota stampa: 

“Monte Compatri, De Carolis: “La delibera sulla scuola esiste. Il Pd mente sapendo di mentire”
“L’ho scritto ieri (venerdì 3 marzo ndr) e lo ribadisco oggi (sabato 4 marzo ndr): mi verrebbe da ridere se non ci fosse da piangere. Ancora una volta, non sazio della figuraccia di poche ore fa, il Pd di Monte Compatri dà prova della sua ignoranza amministrativa.
La delibera sul nuovo polo scolastico esiste: i dem monticiani, evidentemente,  confondono l’approvazione di un atto di giunta con la pubblicazione sulla sezione trasparenza di un provvedimento. Azione che spetta agli uffici.
Chi  continua ad affermare il contrario mente sapendo di mentire”, lo scrive su Facebook il sindaco Marco De Carolis .

decarolisscuola
De Carolis sul nuovo polo scolastico a Monte Compatri

 

Print Friendly, PDF & Email