Monte Compatri, partiti lavori restauro edicole sacre

0
918
edicole_sacre_via_san_silvestro_monte_compatri
Edicole sacre di via San Silvestro a Monte Compatri
edicole_sacre_via_san_silvestro_monte_compatri
Edicole sacre di via San Silvestro a Monte Compatri

Lunedì 17 Marzo sono partiti i lavori di restauro delle 14 edicole sacre situate ai lati della provinciale per San Silvestro, nei pressi della cappella dedicata alla Madonna del Castagno.

Furono costruite nell’anno 1945 dai Padri Carmelitani Scalzi del Convento di San Silvestro e furono realizzate con la pietra sperone, materiale vulcanico che si estraeva sul vicino Monte Salomone. Le edicole furono completate da quattordici immagini in ceramica di Vietri raffiguranti la passione di Cristo secondo il canone della iconografia sacra. Le opere furono realizzate con un concorso economico grazie ad una sottoscrizione dei cittadini. La Via Crucis è posta all’esterno di un edificio sacro, forse proprio per volerla inserire nel tessuto urbano della cittadina. Questa scelta, purtroppo, ha esposto le 14 edicole ai danni causati degli agenti atmosferici e alle azioni vandaliche (uno fra tutti quello che portò alla rottura di numerose piastrelle e la perdita di frammenti originali.

“Sulla base del sopralluogo effettuato si è evinto che le stazioni della Via Crucis presentavano uno stato di conservazione piuttosto compromesso, soprattutto per quanto riguarda i pannelli in maiolica – spiega il primo cittadino Marco De Carolis. – Il restauro conservativo porrà rimedio, quindi, ai danni subiti dalle opere nel tempo, preserverà quest’ultime all’insorgere di nuovi processi di degrado e restituirà una buona leggibilità alle edicole a fini estetici e soprattutto liturgici e devozionali. Un’iniziativa davvero importante visto l’alto valore simbolico religioso e culturale che possiede la Via Crucis di San Silvestro; la Comunità di Monte Compatri è sempre stata legata a queste edicole sacre ed è un vero piacere donarle nuovamente alla cittadina con gli smalti e i colori originali. Il restauro delle 14 edicole sacre avverrà attraverso un finanziamento”.

Print Friendly, PDF & Email