Monte Compatri, prosegue l’iter di approvazione del programma integrato

0
381
marco_de_carolis
Marco De Carolis
Marco De Carolis
Marco De Carolis Sindaco Monte Compatri

Prosegue l’iter di approvazione della proposta di Programma Integrato d’Intervento (P.I.I.) di Monte Compatri, che aveva avuto il via libera della giunta De Carolis con la delibera numero 8 del 14 agosto 2014. Atto nel quale sono espressi gli indirizzi da recepire nella proposta definitiva. Nella seduta del Consiglio Comunale di giovedì 27 aprile approvate le delibere di ricognizione sull’inesistenza di ‘Usi Civici’, per garantire il prosieguo del percorso finalizzato alla presentazione del progetto definitivo, la cui approvazione è di competenza dell’assise di Tinello Borghese. La proposta di P.I.I. prevede la realizzazione di un edificio polifunzionale in località Laghetto e l’urbanizzazione del tratto di strada comunale antistante il campo sportivo nel centro urbano, a fronte della progettazione, esecuzione e cessione gratuita di dette opere pubbliche, sono riconosciuti dei diritti edificatori residenziali e commerciali da realizzare su un lotto privato in località Pantano Borgese. “Con l’obiettivo di giungere all’approvazione della variante al Piano regolatore generale, il cui lungo iter – spiega il vicesindaco e assessore all’Urbanistica Fabio D’Acuti – è iniziato nel 1998 con il conferimento dell’incarico all’architetto Violo, abbiamo condiviso con i membri del Consiglio comunale il Rapporto preliminare ambientale, indispensabile all’attivazione della procedura VAS (Valutazione Ambientale Strategica)”. “La Vas – continua D’Acuti – ha come scopo la verifica di sostenibilità degli obiettivi del piano, l’analisi degli impatti ambientali significativi delle misure di piano, la costruzione e la valutazione delle ragionevoli alternative, la partecipazione al processo dei soggetti interessati (così detta fase di scooping) e il monitoraggio delle performance ambientali del piano, e rappresenta uno strumento di supporto per la definizione di indirizzi e scelte di pianificazione sostenibile”. “Ai sensi del decreto legislativo 152 del 2006, il Rapporto preliminare ambientale non è soggetto ad approvazione del Consiglio Comunale ma con spirito di condivisione e partecipazione, l’amministrazione De Carolis ha comunque ritenuto opportuno far prendere atto dei contenuti dello stesso all’assemblea consiliare. Con estremo rammarico, noto però scarso apporto contenutistico ma una strumentale presa di posizione da parte della minoranza”, conclude il vicesindaco. “Il confronto con cittadini e associazioni di categoria, – spiega il sindaco Marco De Carolis –  ci sarà dopo il via libera alla Vas; come stabilito dalle leggi vigenti. Pazzesco che la trasparenza invocata dal consigliere di minoranza Ferri lasci spazio a un atteggiamento di chiusura. Suo come quello dei suoi compagni di partito. Abbiamo portato in aula un documento, pur non essendo obbligati, mentre c’è chi chiede ai professionisti incaricati di non procedere con la propria attività: comportamento che sinceramente fatico a comprendere”. All’unanimità, approvato “il regolamento per i centri anziani comunali – commenta l’assessore Agnese Mastrofrancesco – con l’obiettivo di uniformare il funzionamento di questi importanti centri di aggregazione nel Comune di Monte Compatri”.

Print Friendly, PDF & Email