Monte Compatri, stanziamenti contro il rischio sismico

Sicurezza, approvato il progetto esecutivo per la scuola di via Serranti di Monte Compatri: seicentomila Euro contro il rischio sismico

0
459
Monte Compatri
Monte Compatri

Un piano per la sicurezza. È stato approvato dalla giunta comunale di Monte Compatri, guidata dal sindaco Fabio D’Acuti, la proposta di delibera numero 158 che prevede interventi di miglioramento ed adeguamento della scuola di via Serranti. Sulla struttura dell’istituto comprensivo Paolo Borsellino saranno investiti oltre 600mila euro contro il rischio sismico. Il provvedimento dà il via libera al progetto esecutivo. Saranno così eseguite, nel plesso di via Serranti, una serie di migliorie, interne ed esterne, per rendere l’edificio più funzionale e sicuro. “Il progetto parte da lontano – spiega il primo cittadino – dallo studio dell’articolo 10 del decreto legge 104/2013 che prevedeva interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento e messa in sicurezza di immobili di proprietà degli enti locali. Con mutui accesi dalle Regioni ed esclusi dal patto di stabilità interno. Non solo. Il 31 marzo 2015, sono stati trasmessi i piani regionali triennali di edilizia scolastica sulla base delle richieste presentate dai Comuni: tra questi figura anche Monte Compatri. E, come previsto dalla delibera della Pisana è autorizzata ad avviare le procedure di gara per l’affidamento dei lavori, previa autorizzazione dei mutui in favore della Regione Lazio”, continua il sindaco D’Acuti. “Si arriva così ad oggi, con l’approvazione del progetto esecutivo per gli interventi di miglioramento. E non posso non ringraziare l’allora assessore alla Scuola e ora vicesindaco, Mauro Ansovini, e il mio predecessore Marco De Carolis: è grazie a loro se questo progetto è stato avviato ed approvato nella serata di giovedì. Questo è solo un antipasto: continuiamo a lavorare anche al progetto del nuovo polo scolastico. Con un unico obiettivo: la sicurezza dei più piccoli”.

Print Friendly, PDF & Email