Mozione M5S per Ufficio Europa ad Albano Laziale

Mozione dell'M5S di Albano Laziale per la creazione di un Ufficio Europa in città presentata dal conisigliere comunale Luca Nardi

0
75
m5s
m5s
Riceviamo e pubblichiamo la mozione dell’M5S di Albano Laziale per la creazione di un Ufficio Europa in città:
“MOZIONE M5S PER UFFICIO EUROPA AD ALBANO LAZIALE
Abbiamo presentato ieri la mozione per la creazione ad Albano Laziale di un Ufficio permanente chiamato “EUROPA” che si occupi esclusivamente di monitoraggio, consulenza e redazione dei progetti per accedere ai finanziamenti europei. Il settennato 2021-2027 si preannuncia ricco di opportunità, siamo già in ritardo e non sarebbe saggio perdere altro tempo. L’Italia è uno dei primi Paesi europei per destinazione di fondi ma uno degli ultimi per la capacità di spesa.
Di fatto noi i soldi non li prendiamo…
Di fatto noi non facciamo progetti..
Di fatto noi non investiamo su queste opportunità..
UN ESEMPIO: il Comune di Modena, già attivo dal 1997 ha negli ultimi 4 anni presentato 93 progetti (23 circa ogni anno, 2 circa al mese!).
Volete sapere quanti hanno vinto il Bando? 39!!!! Più di un terzo!
CHE DITE CI CREDIAMO?
Sotto il testo della mozione:
MOZIONE

Oggetto: Costituzione di un “Ufficio Europa per il Comune” per la consulenza sulla redazione e progettazione per la partecipazione ai Bandi di finanziamento UE programmazione 2021-2027

Premesso che:

• L’Italia è il terzo contributore al Bilancio UE;
• Il nostro Paese è secondo tra 27 per quantità di fondi ottenuti dall’Unione ma tra gli ultimi per progetti realizzati e capacità di spesa;
• Nello specifico, la Regione Lazio in merito ai FSE e ai FESR 2014-2020 è riuscita a spendere tra il 25% e il 27% dei fondi disponibili;
• Le amministrazioni locali hanno subito la progressiva diminuzione dei finanziamenti degli organi istituzionali sovraordinati;
• Le PA e le PMI locali hanno assoluta necessità di entrare in una dimensione europea e di valutare le opportunità dei processi aggregativi quali Unione dei Comuni, Reti di imprese, Consorzi e partenariato.
Evidenziato che:

• Si prevede uno stanziamento senza precedenti nei Programmi Europei 2021-2027, dovuto alla contingente situazione COVID, con un quadro finanziario pluriennale rinforzato che beneficerà per accelerare il rilancio, anche di NEXT GENERATION EU, e che punterà sui temi dell’ecologia, digitalizzazione e resilienza;
• Esistono best practice ed esempi di comuni virtuosi, quali quello di Modena che ha ottenuto straordinari risultati nel quinquennio precedente con la presentazione di ben 95 progetti, vincendone 39! (20 milioni di Euro soltanto nel 2018!);
Considerato che:
• Le amministrazioni più virtuose e lungimiranti hanno individuato nei fondi europei FSE,FESR,FSEAR e nei Programmi relativi PON e POR, la possibilità di avviare un percorso condiviso di rilancio delle economia locali, dell’occupazione e della qualità di vita dei cittadini attraverso progetti nei campi dell’agricoltura, dell’innovazione, della cultura, dell’ambiente e del turismo;
• Nel quadro attuale si ritiene fondamentale individuare una visione prospettiva della città e del territorio, e concentrare gli sforzi su una vera e propria struttura, competente e dinamica, in grado di costituire un punto di riferimento per le aziende e per i cittadini, soprattutto i giovani, per raggiungere una dimensione europea basata su capacità di innovazione, resilienza e coesione;

• È necessario adeguare gli standard italiani agli altri Paesi europei, molto più efficienti di noi nel monitoraggio, nella progettazione, nella burocrazia e nella capacità di spesa ;
• È possibile, in un’ottica di sviluppo territoriale dell’area Castelli Romani, anche alla luce di risorse condivise quali il Parco Regionale dei Castelli Romani e di elementi interconnessi e interagenti quali la Sanità, il turismo, la viabilità e la mobilità, programmare delle azioni che stimolino il partenariato tra i numerosi attori territoriali, peraltro considerato un valore aggiunto nella valutazione dei progetti;
• La necessità di attivare un Ufficio Europa sia stata espressa in alcuni dei programmi elettorali delle forze politiche, singole o in coalizione, inclusa quella attualmente al Governo della città.
Il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta

1. A, fermo restando i relativi compiti indicati nel Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e Servizi, dare mandato al Dirigente del Settore che verrà ritenuto più idoneo a costituire un nuovo ufficio comunale, denominato “Ufficio Europa” ;

2. A , dopo aver individuato gli obiettivi, le funzioni e le responsabilità, valutare un periodo di almeno 12 mesi per la formazione delle risorse interne e le figure professionali idonee, impiegando all’uopo consulenze esterne e valutando nel caso l’inserimento di figure giovani e preparate;
3. a sensibilizzare la Regione Lazio per inserire negli FSE la formazione specifica nei territori sui Bandi europei e sulle linee di progettazione più efficaci;
4. a valutare la possibile partecipazione all’iniziativa di altri Comuni limitrofi dell’area Castelli Romani, per condividere l’impegno e minimizzare i costi, accrescere le potenzialità dell’operazione, migliorando la qualità e le possibilità di successo attraverso la strutturazione di progetti territoriali e di partenariato locale, nazionale o transnazionale.

Distinti saluti
Luca Nardi
Consigliere Comunale M5S Albano Laziale”. Lo rende noto l’M5S di Albano Laziale.
Print Friendly, PDF & Email