Mucciaccio, “Non c’è la mia firma tra coloro che hanno fatto cadere la giunta”

0
705
palazzogruttergrotta
Palazzo Grutter a Grottaferrata
grottaferrata
Palazzo Gutter a Grottaferrata

Continuano le reazioni dopo la caduta dell’amministrazione comunale di Grottaferrata e la sfiducia, da parte di settori della sua stessa maggioranza, manifestata nei confronti del Sindaco Giampiero Fontana. Raccogliamo le dichiarazioni in una nota dell’ex Consigliere Comunale criptense Vincenzo Mucciaccio che così commenta i fatti politici degli ultimi giorni: “Ci sono le sedi ed i tempi in politica per fare le medesime cose, ma non da dilettanti allo sbaraglio” dichiara Mucciaccio che così continua: “Con le dimissioni di ieri di alcuni consiglieri di Maggioranza e del Sindaco è terminata anzitempo il mandato e la Consiliatura, iniziato circa due anni e mezzo fa. Dopo una opportuna, e necessaria fase posa, da più parti saranno approfondite le cause di tale accadimento. Al momento, a me preme voler dire poche cose sul mio comportamento, ammesso che possa interessare a qualcuno e senz’altro per chi mi ha votato. Non c’è la mia firma tra quelle dei Consiglieri che hanno determinato la caduta di Fontana, non perchè le cose andassero bene; anzi andavano sempre peggio e la speranza di una migliore Amministrazione era sempre più al lumicino. Una barchetta di carta in mezzo ad un mare piatto, di silenzi da ogni dove, rinvii, “rivoluzioni di ottobre” (che nella storia non hanno mai portato a nulla di buono, purtroppo neanche in quella dello scorso anno, che poco o nulla, ha cambiato, nei fatti di Giunta, se non nomi e firme, mancando di conseguire del tutto la finalità di un miglioramento dell’ azione amministrativa). Non c’è la mia firma – aggiunge Vincenzo Mucciaccio – nemmeno perchè non volessi nuovi assessori e tenessi per i vecchi. Non c’è la mia firma perchè l’ultimo atto, pur se probabilmente inevitabile, avvenisse in Consiglio, con l’ obbiettivo di conservare unito, per quanto ancora possibile, il Centrodestra, con una decisione sofferta ma comune, e non farlo precipitare in una tal maniera indecorosa, quasi una faida tra persone confuse e disorientamento nei Gruppi Consiliari. E’ nota la mia posizione critica fin dall’ inizio nei confronti della Giunta e del Sindaco. Così nota che sono certo non potrò in alcun modo essere annoverato tra i sostenitori a qualunque titolo di Fontana. Ma questa è una cosa;  la mancata trasparenza dei comportamenti nella Maggioranza è sicuramente un’altra. Ci sarà senza dubbio ancora una o più occasioni per approfondire il resto, passato il vento caldo di scirocco” conclude Mucciaccio.

Print Friendly, PDF & Email