Nasce il comitato Ciampino No al Forno Crematorio

0
518
ciampinonoforno
Ciampino dice No al Forno Crematorio
ciampinonoforno
Ciampino dice No al Forno Crematorio

“Il Comitato “Ciampino No al Forno Crematorio” si è costituito per proporsi come interlocutore critico in opposizione alla proposta dell’Amministrazione Comunale ciampinese per la realizzazione di un forno crematorio e relativo affidamento in Project Financing dei servizi cimiteriali ad un gestore privato per 30 anni (vedi delibera di Giunta n. 185 del 27.10.2016) – inizia così la nota dell’M5S Ciampino sulla nascita del comitato per dire No al Forno Crematorio. Dato che il nostro territorio ha un’estensione molto limitata, è fortemente antropizzato e presenta già diverse fonti di inquinamento (aeroporto, traffico veicolare, roghi tossici), l’aggiunta di una nuova fonte inquinante rappresenterebbe un aggravante ad un quadro ambientale già fortemente compromesso per la concentrazione delle polveri sottili che già supera i limiti tollerati dalla normativa vigente. Inoltre la scelta di fornire un servizio di questo tipo alla cittadinanza non è coerente con la richiesta potenziale che, dai dati forniti, risulta essere pari a 90 cremazioni annue a fronte di una ricettività dal bacino di utenza extraterritoriale potenziale di 2400 cremazioni annue. Quindi il progetto non risponde ad una richiesta di reale necessità dei cittadini ma piuttosto ad una volontà di fare business nel settore cimiteriale non rispondente agli obiettivi dell’amministrazione comunale che DEVE soddisfare esclusivamente i fabbisogni della comunità. Non intendiamo – continua così la nota – barattare la nostra salute con nulla, tanto meno per volontà di fare affari in questo settore, non vogliamo in nessuna misura rischiare di dover pagare a medio e lungo termine con la salute per questo tipo di scelte. La salute dei cittadini non è in vendita! Il forno crematorio è un’opera inopportuna per Ciampino che rappresenterebbe un beneficio solo per le banche, le aziende concessionarie e le ditte appaltatrici. Il Comitato si presenta alla cittadinanza all’assemblea pubblica che ha indetto insieme all’associazione CIAMPINO BENE COMUNE che si terrà venerdì 25 novembre alle ore 18:00 presso la sala del Centro Polivalente in zona Cipollaro – si conclude così la nota. Interverranno: Antonella Litta , associazione “Medici per l’Ambiente-ISDE Italia”, Giancarlo Ceci, associazione “Alternativa Sostenibile” (grazie alla quale sono stati bloccati i progetti di Rocca Priora e San Cesareo)”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email