Nassirya, il ricordo di Carol Maritato

Nassirya, Carol Maritato vicepresidente dell'Associazione Assotutela e cantautrice romana: "Pace e democrazia valori fondamentali"

0
60
carol
Carol Maritato

“Il 12 novembre 2003, un automezzo carico di esplosivo esplode di fronte la base dei Carabinieri nella città di Nassirya, in Iraq: muoiono 19 italiani e 9 iracheni. Sono passati tanti anni ma quel giorno è ancora indelebile nella memoria collettiva: una dramma nazionale, un lutto per il nostro Paese che ci ha insegnato a lottare con impegno e determinazione contro l’azione delirante del terrorismo internazionale. Il mio pensiero e la mia vicinanza vanno alle famiglie dei militari e dei civili della tragedia irachena. Persone coraggiose, che affrontarono con grande compostezza il dolore per la perdita subita. Adesso come allora, dunque, stringiamoci intorno a loro e ringraziamo al contempo tutti i nostri soldati italiani che hanno combattuto e combattono quotidianamente per affermare la pace e la democrazia”. Così in una nota il vicepresidente Assotutela e cantautrice romana, Carol Maritato.

Print Friendly, PDF & Email