A Natale l’albero della memoria diventa luce per Genzano

0
933
piazza frasconi genzano di roma
Piazza Tommaso Frasconi a Genzano di Roma
piazza frasconi genzano di roma
Piazza Tommaso Frasconi a Genzano di Roma

APPUNTAMENTI – Partita la programmazione natalizia nel territorio del Comune di Genzano, con tanti eventi in calendario fino al prossimo 6 gennaio: mercatini, animazione per bambini, visite guidate a Palazzo Sforza Cesarini e nel centro storico della città. Come sempre, poi, per rendere più lieta l’atmosfera natalizia la piazza centrale e il corso di Genzano sono stati ornati e illuminati. “In piazza Tommaso Frasconi – ha detto l’Assessore allo Sviluppo locale Virginio Melaranci – abbiamo voluto porre l’attenzione sul monumento ai caduti, realizzando un grande albero della memoria che racchiude in sé i valori più nobili dell’animo. In tutto l’Occidente l’albero di Natale rappresenta un simbolo di appartenenza che lega le comunità ai loro valori, alla pace e alla fratellanza; trasporlo e fonderlo al monumento ai caduti, fulcro cardine della nostra comunità e della nostra memoria, significa per noi amplificare il suo significato. In tutte le occasioni in cui siamo intervenuti sulla piazza, come per quanto riguarda i tanti giardini effimeri che abbiamo realizzato negli ultimi due anni e mezzo, il monumento ai caduti è sempre stato il perno e l’elemento positivo dal quale partire. In questa direzione continueremo a lavorare per mantenere vivi i sentimenti, la memoria e i valori che questo evoca”.

“Vogliamo ringraziare – ha concluso l’Assessore Melaranci – tutte le associazioni che hanno accettato di farsi carico, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, dell’organizzazione delle varie iniziative che si terranno su tutto il territorio durante le festività natalizie. In particolare ringraziamo i commercianti che si sono fatti carico dei costi per la realizzazione delle luminarie, a cui il Comune non ha fatto mancare il proprio, seppur simbolico, contributo, avendo quest’anno seguito un criterio di sussidiarietà e contenimento della spesa in favore delle tante persone in difficoltà”.

Print Friendly, PDF & Email