News dall’Asd Frascati, gli Allievi di Fiorentini verso lo spareggio

0
801
ferri_ventura_asd_frascati
Asd Frascati, Mister Ferri con il patron Ventura
ferri_ventura_asd_frascati
Asd Frascati, Mister Ferri con il patron Ventura

– Asd Frascati, Allievi sempre in testa insieme al Ciampino dopo lo scontro diretto del “Superga”

Fiorentini: “Probabilmente si deciderà tutto allo spareggio, ma nel frattempo dobbiamo tenere alta la concentrazione”

Sarà un finale testa a testa, che probabilmente si risolverà nello spareggio in campo neutro. Anche dopo lo scontro diretto del “Superga”, Asd Frascati e Città di Ciampino continuano a comandare a braccetto il campionato. Il big match di domenica scorsa, terminato a reti bianche e senza grosse emozioni, non ha lasciato né vinti né vincitori, anche se va detto che nel computo degli scontri diretti i ragazzi di Fiorentini restano in vantaggio in virtù del successo dell’andata. Una statistica, però, che non viene presa in considerazione per assegnare il primo posto e perciò, salvo sorprese, le due “regine” saranno costrette ad affrontarsi una terza volta per stabilire la vincente, una volta per tutte. Per il coach del Frascati, però, una vincente c’è già: “Nelle due partite abbiamo fatto senz’altro meglio noi -spiega Fiorentini- siamo in vantaggio negli scontri diretti, abbiamo mostrato tanta qualità in più specialmente all’andata, mentre al ritorno siamo stati bravi a non disunirci in inferiorità numerica. Non basta, ma dai miei ragazzi anche domenica scorsa ho avuto la risposta che cercavo e non era affatto facile”. Adesso, però, bisognerà evitare cali di concentrazione. “Abbiamo altre due partite da giocare -conclude l’allenatore- purtroppo arriveranno dopo due settimane di sosta e non sarà semplice ripartire, ne sappiamo qualcosa. Ma in questi giorni sto lavorando molto sulla testa dei miei giocatori, sanno che questo è il momento forse più difficile, perché non ci vuole nulla per gettare al vento un’intera stagione”.

– ASD FRASCATI, LA JUNIORES A UN PASSO DAL SECONDO POSTO DOPO IL 2-0 SULLA BORGHESIANA

TRUCCHI E BONANNI: “IL NOSTRO SEGRETO? IL MISTER. MA ANCHE IL GRUPPO”

Passo fondamentale, forse decisivo per la Juniores in ottica secondo posto. I ragazzi di mister Fioranelli sabato scorso hanno battuto 2-0 la Borghesiana, spedendola a 5 lunghezze di distanza. Adesso il vantaggio è di 4 punti sul Morena, ma si guarda sempre in alto: la voglia è quella di provare a insidiare la capolista Garbatella, ancora con un buon margine di vantaggio ma attesa da due sfide difficili prima del termine del campionato. “Per il secondo posto è quasi fatta -spiegano Alessandro Bonanni e Damiano Trucchi, autori dei due gol nel match dell’ultimo turno- adesso basterà rimanere concentrati e continuare a giocare come sappiamo, ci attendono partite sulla carta più che alla nostra portata. La più difficile è l’ultima col Morena, ma a quel punto dovrebbe essere già tutto deciso. E’ chiaro che la squadra vuole cercare di riprendere il Garbatella, ma non dipenderà solo da noi. Dobbiamo vincerle tutte e sperare in un loro passo falso”. Il Frascati ha il miglior attacco e la miglior difesa, eppure è ancora lì a lottare per il secondo posto. “Credo però che non ci siano dubbi sul nostro valore -continua Bonanni- le due partite con Alessandrino e Borghesiana hanno dimostrato che questa squadra ha una marcia in più. A mio parere è superiore anche alla capolista, ma abbiamo avuto un piccolo calo dopo la sosta che al momento ancora ci condanna. Il Garbatella, invece, dopo quel mese di riposo è ripartito contro avversarie morbide e non ha accusato il contraccolpo. Nello scontro diretto del girone di ritorno, comunque, si è vista una netta differenza tra le due formazioni”. Sabato c’è la Vis Roma Nova. Il rischio principale, adesso, è sentirsi già col secondo posto in tasca. “Non c’è questo pericolo -spiega Trucchi- il mister è molto bravo nel preparare le partite e soprattutto nel tenere alta la tensione. Lui è il nostro valore aggiunto, è soprattutto merito suo se stiamo disputando un grande campionato”. Il segreto, però, non è tutto lì. Perché nella Juniores frascatana si scherza, si ride tanto, ma quando c’è da vincere, non si va certo per il sottile. “E’ un gruppo fantastico -conclude Bonanni- molti di noi si conoscevano già da prima e siamo uniti dall’amicizia, oltre che dalla passione per questo sport. Non ci sono mai litigi, c’è armonia nello spogliatoio. E i risultati sono figli anche di questo clima di grande serenità, cerchiamo sempre di aiutarci in campo. Dopotutto si vince e si perde in 11, funziona così”.

– ASD FRASCATI KO SUL CAMPO DELLA JUNIOR PORTUENSE, ARBITRI ANCORA NEL MIRINO
FERRI: “VANIFICATI I NOSTRI SFORZI IN UN SECONDO. E NON E’ LA PRIMA VOLTA”

In casa Asd Frascati c’è poca, pochissima voglia di parlare dopo la sconfitta (4-2) rimediata sul campo della Junior Portuense. Un ko che ha allontanato ulteriormente i ragazzi di Ferri dal secondo posto, ora distante 7 punti, ma che soprattutto ha lasciato l’amaro in bocca per una direzione arbitrale a dir poco “rivedibile”, decisiva ai fini del risultato. “Stavamo giocando bene, forse stavamo disputando una delle nostre partite migliori, eravamo in vantaggio 2-1 e in chiaro controllo del match –ha spiegato Roberto Ferri- poi quell’episodio che ha cambiato il volto della gara: un mio giocatore si fa medicare fuori dal campo, chiede il permesso di rientrare e l’arbitro gli dà l’ok, quando mette piede sul terreno di gioco lo ammonisce e poi lo espelle, visto che si trattava del secondo giallo. Un altro giocatore gli fa notare la “stranezza” ed espelle anche lui, lasciandoci in nove. A quel punto sono rimasto sconcertato, in un secondo sono stati vanificati i nostri sforzi. Ovviamente ci abbiamo anche messo del nostro, ma perdere due pedine così fa rabbia. E non è la prima volta che accade in questo campionato”. I sette punti di ritardo dalla Fortitudo non si spiegano solo con gli errori arbitrali, ma è chiaro che il Frascati, finora, è stato fortemente penalizzato. Difficile ripartire adesso, e trovare la forza per tentare l’ultimo, disperato colpo di reni. Ma è quello che va fatto, perché ci sono ancora 5 partite da giocare e tutto può ancora succedere. “La Fortitudo ha un calendario più difficile –chiosa Crisari- dobbiamo provarci. Di sicuro, però, da adesso in poi dobbiamo vincerle tutte”. Domenica al “Mamilio” arriva la Virtus Nettuno. Ferri sarà costretto a una formazione super rimaneggiata, ma questo è il momento di far girare la testa e le gambe al massimo e di mettere in campo tutto il carattere e la grinta possibili. A prescindere dai singoli interpreti.

 

Print Friendly, PDF & Email