Notizie dalla Pallavolo Marino, B2 maschile sconfitta da Arvalia Roma

0
863
marino_pallavolo_serie_b2_maschile
Marino Pallavolo, la Serie B2 maschile
marino_pallavolo_serie_b2_maschile
Marino Pallavolo, la Serie B2 maschile

B2 maschile, i bulls si fermano sul più bello, e ora è sfida a 7 per la promozione

Il pubblico delle grandi occasioni, nonostante il maltempo, non è bastato sabato primo marzo ai Bulls di Massimiliano Giordani per portare a casa quella vittoria contro la seconda in classifica Arvalia Roma; vittoria che avrebbe dato probabilmente una sterzata decisiva per il primato del girone F della serie B2 per i ragazzi di Marino. E invece, è arrivata la seconda sconfitta consecutiva, dopo quella in terra sarda di sabato scorso, che riporta i Bulls da un primo posto con 4 punti di vantaggio sulle inseguitrici che deteneva due giornate fa, ad un secondo posto in una classifica che ora si fa complicata, con le prime 7 squadre racchiuse in soli 6 punti e l’Arvalia che, con la vittoria, passa a condurre. Nessuno aveva pensato di poter vincere facile, ma le 8 vittorie consecutive dalla ottava alla quindicesima giornata avevano certamente fatto ben sperare. Ma veniamo alla partita, che, lo diciamo chiaramente, è stata decisa dai nostri errori, e dal differente rendimento delle difese a favore degli ospiti. Primo set vinto 25-20 dall’Arvalia, che fino al 14-12 erano apparsi timidi e stavano soffrendo, ma che poi sono riusciti, grazie sopratutto ad una gran difesa, a ribaltare il punteggio sul 15-16 e poi a condurre fino alla fine. Il secondo set ha invece illuso i tifosi del palabulls, grazie ai cambi effettuati dal coach Giordani che davano più brillantezza al gioco dei ragazzi di Marino, capaci di stare davanti per tutto il set e di chiuderlo sul 25-22. L’inizio del terzo set portava le speranze dei tifosi all’apice, grazie ad un perentorio 6-0 iniziale firmato dai Bulls, che sembravano aver preso le misure ai romani ed essere riusciti a dare un chiaro segnale alla partita; è a quel punto che riapparivano sul campo di gioco i fantasmi dello scorso anno, quando a grandi prestazioni si alternavano incredibili passaggi a vuoto. Il time out chiamato dal coach Vetrella riusciva a ridare vigore agli attacchi, e sopratutto alla difesa dell’Arvalia, e contemporaneamente vedeva uscire dal gioco i nostri ragazzi, che subivano un parziale di 1-10 e non riuscivano più a chiudere gli attacchi, se non con il solo Roberti, perdendo 18-25. Il quarto set confermava l’andamento della partita: inizio buono per i Bulls, che passano a condurre per 3-1, e poi un break 1-5 che porta in vantaggio l’Arvalia. La partita sembrava poter essere ripresa sul 17-17 e, sul momento decisivo, ecco due errori dei Bulls ed un ace degli avversari che portano l’Arvalia avanti di 3 fino alla chiusura del set 25-22 ed alla meritata vittoria. Ora arriva una doppia trasferta, prima a Cagliari e poi in casa del Club Italia. All’andata il doppio turno casalingo segno l’inizio della scalata verso la vetta della classifica, grazie a due belle vittorie 3-0 e 3-1. Siamo convinti che i Bulls abbiano il potenziale per riuscire a ripetersi, ma è chiaro che bisogna lavorare per eliminare quei brutti passaggi a vuoto visti sabato 1 Marzo.

Per le statistiche punti realizzati Roberti 31, Sablone 10, Di Belardino e Antonucci 7, Sanchirico 4,  Ronsini 3, Mineo 2 e Introna 1.

Bella vittoria per la serie C femminile della Pallavolo Marino

marino_pallavolo_serie_b2_maschile
Marino Pallavolo, la Serie B2 maschile

Finalmente una bella vittoria, sabato 1 marzo, per le Stars di Emiliano Sabatini, che venivano da due sconfitte nelle ultime due giornate, e da sei sconfitte nelle ultime sette giornate, nelle quali le ragazze marinesi avevano raccolto solamente 5 punti, a fronte dei 18 conquistati nelle prime dieci giornate, con l’unico breack costituito dalla bella vittoria in casa della Roma Cali. Al palazzetto di Cava dei selci erano ospiti le ragazze del Roma III Piva, terzultime in classifica ma a soli 5 punti di distacco; era necessaria la massima attenzione, quindi, per evitare di essere risucchiate nei bassifondi della classifica e iniziare a preoccuparsi.Il sestetto inizialmente messo in campo da Sabatini, composto da Salustri, Marconi, S. Silvagni, Di Bernardino, Miscoli, Spezzi e dal libero Manarin è apparso subito molto concreto e determinato, imponendo il proprio gioco nel primo set, ben incanalato grazie ad un 7-2 iniziale, e condotto dall’inizio alla fine fino al 25-13. Quando la partita sembrava poter essere vinta facilmente dalle nostre ragazze, ecco che le stesse si ricordavano di essere brave a complicarsi la vita da sole, tenendo in gioco le ragazze di Roma nel secondo set ricco di errori, davvero troppi, nel quale l’attacco non riusciva ad esprimersi e la difesa soffriva più del necessario, fino a perdere 24-26 dopo aver rigettato due set-ball. A questo punto sinceramente temevamo un possibile calo (sopratutto dal punto di vista mentale e già visto in altre occasioni) che invece non c’è stato, anzi. Grazie anche all’innesto di una ispirata Manili, e all’aumentare dell’efficacia degli attacchi di Di Bernardino, S. Silvagni e Marconi, (autrici alla fine rispettivamente di 19, 17 e 15 punti) le ragazze marinesi dominavano terzo e quarto set con i punteggi di 25-14 e 25-18. Vittoria che fa ben sperare per il proseguo del campionato, ma che fa aumentare i rimpianti per quello che poteva essere e non è stato. Se questa reazione, concreta ed efficace, vista oggi si fosse registrata in altre occasioni (ci vengono in mente le partite con il Genzano, con l’All Volley, con il Formello…) forse i primi sei posti sarebbero meno lontani, ma tant’è. Ora rimangono 9 giornate da giocare, e le prossime due sono in trasferta. Forza Stars, fateci vedere di cosa siete capaci!

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email