Oltre 200 firme per il servizio scuolabus ai Landi

Continua la protesta delle mamme dei quartieri Landi e Colli di Cicerone a Genzano ma il Commissario prefettizio non le riceve

0
132
landi
Frazione Landi

Continua a Genzano la querelle attorno al servizio scuolabus ai quartieri dei Landi e dei Colli di Cicerone. Dopo alcune richieste da parte delle mamme, di incontrare il Commissario prefettizio cadute nel vuoto, sono arrivate ad oltre 200 le firme di cittadini raccolte, per richiedere il ripristino di un servizio di trasporto pubblico efficiente nelle periferie genzanesi. In particolare nella petizione, che si intende sottoporre all’autorità prefettizia, da parte dei cittadini, si richiede il ripristino di tutte le corse e le frequenze normali dei pulmini scolastici, con annesso personale di vigilanza all’interno del mezzo, indispensabile per gli studenti minorenni. “Oltre alla già lamentata assenza del servizio scuolabus ai Landi, segnalata da oltre 1 anno, i cittadini denunciano un ulteriore peggioramento del servizio, con corse saltate e soppresse senza preavviso. “Crediamo sia urgente che il Commissario riceva i cittadini che denunciano un disagio reale – dichiara in una nota Città Futura – oltre che per l’importanza del tema sollevato, che riguarda il diritto allo studio, che la nostra Costituzione mette alle fondamenta della Repubblica, per un dovere istituzionale che ad oggi è venuto a mancare da parte dell’autorità costituita”.

Print Friendly, PDF & Email