Open Data, Albano libera i dati in giornata trasparenza

0
1397
opendata_albano_21_febbraio_2014
Opendata Albano 21 febbraio 2014
opendata_albano_21_febbraio_2014
Opendata Albano 21 febbraio 2014

Da oggi (venerdì 21 febbraio 2014 ndr) ad Albano i dati sono aperti, quindi consultabili senza necessità di ottenere licenze, sono utilizzabili, quindi chiunque può acquisirli e riutilizzarli secondo le proprie esigenze con semplicità, e sono facilmente reperibili considerato che ciascun dato è indicizzato per argomento, periodo di riferimento ecc…

Il tutto sul portale del Comune di Albano Laziale dove è disponibile la nuova sezione “Open Data”,  cui tutti i cittadini hanno libero accesso.

Attualmente il Comune ha pubblicato più di 1.000 dataset. Si tratta del maggior numero di dati pubblicati da un’Amministrazione comunale in Italia.

Il Comune di Albano ha infatti scelto di investire sulla trasparenza, sull’accessibilità e sulla condivisione dei propri dati con la cittadinanza. E’ questo quello che è emerso durante il Convegno che si è tenuto venerdì 21 febbraio presso la Sala Nobile di Palazzo Savelli, “Albano libera i  dati: giornata della trasparenza”.

Il progetto interamente finanziato da FILAS – Regione Lazio nasce nel 2013 con l’obiettivo di diffondere i dati per :

· fornire ai cittadini gli strumenti per acquisire informazioni sul territorio e sulle azioni intraprese dall’Amministrazione;

· agevolare le Associazioni e le Imprese sul territorio nel reperimento di informazioni sul loro business;

  coinvolgere cittadini e organizzazioni di imprese nella responsabilità sociale.

Prossimo passo, oltre all’esposizione di ulteriori dati, sarà la definizione del Bilancio partecipativo, in cui per la prima volta, i cittadini di Albano saranno chiamati, a contribuire personalmente alla realizzazione del Bilancio.

Abbiamo aderito ad Open Data per fornire a tutti i cittadini, le imprese, le associazioni, la possibilità di usufruire dei dati aperti per studi, analisi, sviluppo di applicazioni e quanto altro sarà possibile, senza dover chiedere autorizzazioni o pagare nulla. Un altro passo verso una trasparenza totale dei dati che riguardano il nostro Comune, un altro passo, soprattutto, verso il bilancio partecipato in cui i cittadini potranno scegliere l’indirizzo dei capitoli di spesa.” – sottolinea il Sindaco, Nicola Marini.

Conclude il Consigliere Luca Andreassi, delegato all’informatizzazione: “Tre sono gli obiettivi che a mio avviso centriamo con questo progetto: trasparenza a tutto tondo, dal rispetto degli obblighi di legge ad informazioni di ogni genere su qualsiasi tematica riguardante la Città; partecipazione, con la possibilità per i cittadini di interagire su tutti questi temi, dal bilancio al lavoro, alle scelte dell’amministrazione suggerendo, criticando, apprezzando ed implementando; opportunità, utilizzando i vantaggi che derivano, ad esempio parlando di lavoro, dalla conoscenza di tutte le offerte presenti sul territorio e dalle reali esigenze che ha il territorio.”

Hanno partecipato al Convegno, oltre al Sindaco ed al delegato Andreassi, il consigliere comunale delegato alla trasparenza e partecipazione amministrativa Roberto Peduzzi, la società Evodevo che ha curato il portale, la scuola Ugo Foscolo, l’Associazione Libera. Il coordinamento dei Comitati di Quartiere e numerosi cittadini interessati.

Print Friendly, PDF & Email