Operazione della Guardia di Finanza sugli affitti in nero ai Castelli Romani

0
1368
Guardia di Finanza
Guardia di Finanza posto di blocco
Guardia di Finanza
Guardia di Finanza posto di blocco

L’intensificazione dei controlli dei Finanzieri del Gruppo di Frascati comincia a dare i suoi frutti portando alla scoperta di diversi casi di locazioni “in nero”, non avendo le parti provveduto alla registrazione dei relativi contratti presso gli Uffici dell’Agenzia delle Entrate e, soprattutto, avendo i proprietari omesso di indicare i compensi percepiti nella dichiarazione annuale ai fini delle imposte sui redditi.

Nei vari Comuni dei “Castelli Romani” e soprattutto nelle zone di Roma adiacenti l’Università di Tor Vergata, i militari del Gruppo di Frascati, nell’anno appena trascorso, hanno intensificato i controlli nei confronti di proprietari di immobili, i quali concedevano i lori fabbricati a studenti con contratti di comodato d’uso, a titolo gratuito, artatamente conclusi e registrati, che mascheravano vere e proprie locazioni con corresponsione di canoni anche onerosi.

Il bilancio del piano di controlli è di 47 proprietari di immobili verbalizzati, di proventi imponibili non dichiarati pari a circa mezzo milione di euro e di imposte di registro evase per svariate migliaia di euro.

Dai controlli sono derivate anche violazioni per il mancato versamento dell’I.C.I., dell’ I.M.U. e della tassa di smaltimento dei rifiuti solidi urbani, che sono state segnalate ai Comuni competenti in base all’ubicazione degli immobili oggetto dei contratti di affitto.

Il piano di controlli – che proseguiranno con la stessa intensità – si inquadra nell’ambito di un più ampio dispositivo di controllo predisposto dal Comando Provinciale di Roma e coordinato dalla Sala Operativa.

Print Friendly, PDF & Email