Ordinanza Regione per controllo su voli da Bangladesh

Coronavirus, la Regione Lazio annuncia lunedì 6 luglio che è stata "Firmata ordinanza per controllo su voli provenienti da Bangladesh"

0
276
lazio_controlli_voli_bangladesh
Nel Lazio controlli su voli provenienti dal Bangladesh

“CORONAVIRUS, REGIONE LAZIO: “FIRMATA ORDINANZA PER CONTROLLO SU VOLI PROVENIENTI DA BANGLADESH”

Nell’ambito delle ulteriori misure di prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-2019, la Regione Lazio ha emesso un’ordinanza per aumentare i controlli sui voli speciali provenienti da Dacca.

In particolare l’ordinanza prevede che:

  • i passeggeri dei voli speciali provenienti da Dacca (Bangladesh) e autorizzati dall’Enac siano sottoposti, al loro arrivo, al test sierologico e a quello molecolare, affinché venga verificata tempestivamente l’eventuale positività e limitata la circolazione del virus
  • l’attività di esecuzione dei test sarà condotta dalla ASL RM3, territorialmente competente, avvalendosi anche della collaborazione delle USCAR
  • la ASL è tenuta ad assicurare che, nelle more dello svolgimento dei test e in mancanza di adeguata idoneità alloggiativa utile ad osservare l’isolamento fiduciario, le persone siano ospitate presso idonea struttura ricettiva, anche alberghiera, garantendo l’isolamento per il tracciamento necessario”. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

Scarica qui:

Ordinanza 6 luglio

Appello della Asl Roma 2 alla comunità del Bangladesh a Roma

appello_comunita_bangladesh_roma
Appello alla Comunità Bangladesh di Roma

“Appello della Asl Roma 2 alla comunità del Bangladesh a Roma che verrà diffuso nella loro lingua per recarsi ad eseguire i test per coloro che dal 1 giugno in poi sono tornati dal Paese d’origine. Possono recarsi tutti i giorni al drive in di Santa Caterina delle Rose, Via Nicolò Forteguerri e sabato e domenica anche a Piazza della Maranella e a Via degli Eucalipti. È stato consigliato dalla Asl Roma 2 di sospendere per questa settimana le funzioni religiose del venerdì per motivi di sanità pubblica e per evetare nuovi focolai”. Lo rende noto Salute Lazio martedì 7 luglio sui social.

CORONAVIRUS: UNITA’ CRISI LAZIO, “STAMANI INCONTRO ASL ROMA 2 CON RAPPRESENTANTI COMUNITA’ BANGLADESH A ROMA PER INFORMAZIONI SULLA PREVENZIONE”

“Stamani, martedì 7 luglio, si è svolto in un clima di massima collaborazione un incontro con i rappresentanti della Asl Roma 2 ed alcuni rappresentanti della Comunità del Bangladesh a Roma per dare alcune informazioni operative che verranno tradotte nella lingua madre e diffuse attraverso social e i canali della Comunità che è ‘amica della città di Roma’. In particolar modo si invitano tutti coloro che dal 1° giugno sono rientrati dal loro Paese o siano entrati in contatto stretto con persone di rientro dal Bangladesh a recarsi presso il drive-in di Santa Caterina delle Rose operativo tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 18 in Largo Preneste (Asl Roma 2) per effettuare i test. Inoltre in via del tutto straordinaria sono stati predisposti, in collaborazione con la Comunità, ulteriori due punti che saranno disponibili per questo sabato e questa domenica in piazza della Marranella n° 1 e via degli Eucalipti n°20 (Asl Roma 2). Si invitano inoltre anche coloro che non abbiano sintomi a rispettare l’isolamento per 14 giorni dopo l’arrivo ricordano le regole fondamentali di distanziamento. E per coloro che non hanno una possibilità logistica vengono messi a disposizione degli appositi alberghi”. Lo rende noto Salute Lazio martedì 7 luglio.

CORONAVIRUS: D’AMATO, “SONO GIA’ 21 I PASSEGGERI POSITIVI IN VOLO SPECIALE DA DACCA (BANGLADESH), UNA BOMBA VIRALE CHE ABBIAMO DISINNESCATO, NO CONDIZIONI DI SICUREZZA I VOLI VANNO SOSPESI”

IMPONENTE MACCHINA DEI CONTROLLI PER EVITARE DIFFUSIONE DEL VIRUS

“Non sono ancora terminate le operazioni dei test ma sono già saliti a 21 i passeggeri del volo speciale autorizzato dall’ENAC diretto da Dacca (Bangladesh) atterrato ieri nel pomeriggio all’aeroporto di Fiumicino risultati positivi al tampone. Una vera e propria ‘bomba’ virale che abbiamo disinnescato. A seguito dell’ordinanza regionale tutti i passeggeri del volo infatti sono stati sottoposti al test sierologico, al test molecolare e all’isolamento. E’ la conferma che non ci sono le condizioni di sicurezza da quella provenienza e i voli vanno sospesi. Se non avessimo messo in piedi una imponente macchina dei controlli questi passeggeri molto probabilmente sarebbero stati a loro volta un vettore di trasmissione del virus presso le loro comunità”. Rende note le parole dell’assessore D’Amato la Regione Lazio e Salute Lazio martedì 7 luglio.

CORONAVIRUS: D’AMATO, ‘DISPOSIZIONE DEL MINISTRO SPERANZA VA RISPETTATA E APPLICATA, I CITTADINI PROVENIENTI DA BANGLADESH NON POSSONO SBARCARE’

8 Luglio h.14:25 – “In merito alla notizia di un arrivo dal Qatar di un volo su cui viaggiano cittadini del Bangladesh la disposizione del Ministro Speranza in attuazione dell’art. 43 del Regolamento sanitario internazionale va rispettata e applicata. Sul volo ci risulta che vi siano 135 passeggeri che si possono definire ‘indiretti’ ovvero originati da Dacca (Bangladesh). Questi secondo la disposizione non dovrebbero sbarcare a Fiumicino. E’ necessario che ENAC emetta una indicazione operativa chiara alle linee aeree affinché non imbarchino, per il tempo stabilito dalla massima autorità sanitaria del Paese, questi passeggeri. Le nostre squadre di medici e infermieri sono già sul posto, ma dico con estrema chiarezza che non si può scaricare sul solo nostro servizio sanitario regionale questo onere, peraltro senza alcun tipo di programmazione. Occorrono delle regole ferree e chiare, basta fare lo scarica barile, se vogliamo a monte rafforzare la sorveglianza sanitaria ed impedire rischi effettivi di ritorno. Roma non può sostenere questa pressione. Auspico che vengano assunte decisioni che vadano in tal senso nelle prossime ore”. Lo rende noto al Regione Lazio mercoledì 8 luglio.

Print Friendly, PDF & Email