Ospedale dei Castelli, si conclude percorso di coaching 

Ospedale dei Castelli, venerdì 21 settembre 2018 giornata conclusiva del percorso di coaching per gli operatori ad Ariccia

0
201
nuovo_ospedale_castelli_romani
Nuovo Ospedale Castelli Romani

Ospedale dei Castelli, venerdì 21 settembre giornata conclusiva del percorso di coaching per gli operatori  

Dall’apprendimento dello strumento al golfo mistico: l’orchestra come metafora del lavoro di squadra

Il percorso che conduce il singolo musicista al lavoro in orchestra prende avvio dall’apprendimento, in solitudine, della tecnica necessaria a padroneggiare lo strumento. Questa, tuttavia, costituisce una condizione necessaria ma non sufficiente per poter suonare in un’orchestra, dove è necessario sapersi inserire efficacemente nella catena di comando artistica. “Allo stesso modo del musicista, il professionista della sanità percorre una traiettoria formativa che, dall’apprendimento individuale dei contenuti tecnico-professionali, lo proietta all’interno di setting operativi dove operano altri professionisti, per il conseguimento di finalità comuni. In tale prospettiva, il racconto autobiografico di un grande musicista come il M° Maurizio Turriziani, costituisce una preziosa occasione di apprendimento per quanti si trovano nella necessità di sviluppare il lavoro di squadra”. Così il Direttore generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda, illustra la giornata conclusiva di “Percorsi d’autore”, l’iniziativa formativa per gli operatori del Nuovo ospedale dei Castelli che, dopo lo Chef Antonello Colonna, vedrà protagonista un altro personaggio di grande valore, il M° Maurizio Turriziani, Concertista e Primo Contrabbasso dell’Orchestra “Scarlatti” di Napoli.

Venerdì 21 settembre, dalle ore 10:30, al Palazzo Chigi di Ariccia, Turriziani dialogherà con Maurizio Agamennone, Etnomusicologo, Università di Firenze. A seguire, concerto breve per quintetto d’archi.

Contrabbassista di fama mondiale, Turriziani si esibisce regolarmente presso le più prestigiose istituzioni concertistiche internazionali e numerosi compositori gli hanno dedicato opere originali, come “Braevissimo” di Ennio Morricone. Dalla sua storia gli operatori potranno attingere risorse morali e simboliche di vitale importanza, soprattutto in un momento di grande cambiamento per l’azienda, per i suoi operatori e per il territorio, come l’apertura del Nuovo ospedale dei Castelli.

Print Friendly, PDF & Email