Pallavolo Albano, successo a Zagarolo e verso il Mundialbano

0
1184
Titti e Gaito
Andrea Titti intervista Maria Rosaria Gaito Presidente Pallavolo Albano

 

Titti e Gaito
Andrea Titti intervista Maria Rosaria Gaito Presidente Pallavolo Albano

– LA POLISPORTIVA COMUNALE PALLAVOLO ALBANO TRIONFA AL IX TORNEO DI PASQUA DI ZAGAROLO.

Con un percorso netto di 4 vittorie su 4 gare,i ragazzi under 15 maschile della Polisportiva Comunale Pallavolo Albano si sono aggiudicati, nella giornata di venerdi 18 Aprile 2014, il torneo di Zagarolo giunto alla sua IX edizione.

Dopo le prime due gare mattutine, vinte contro Velletri e Monterotondo , entrambe per 3-0 , i ragazzi albanensi hanno affrontato Marino in una semifinale combattuta che si è risolta solo al tie break vinto da Albano 15-12.

In finale è stata la volta della squadra di casa , Zagarolo, che aveva dalla sua tutto il pubblico presente al palazzetto di Valle del Formale. Anche questa gara è finita al tie break dove Albano si è imposto per 15-13.

La festa per la vittoria è stata impreziosita anche dal premio al miglior giocatore vinto da Luca Signorini che è stata la ciliegina sulla torta di questa giornata memorabile.

Enorme la soddisfazione della società che comincia a raccogliere i primi frutti di un lavoro partito 5 anni fa e che ha messo il lavoro sui giovani e sulle giovani al centro del proprio operato.

Ora questi ragazzi sono attesi dalle fasi finali del campionato provinciale dove ci auguriamo possano cogliere altri successi.

– PALLAVOLO ALBANO- LA CORSA FINALE “IL MUNDIALBANO V EDIZIONE E….. NON SOLO“

Per il mondo sportivo siamo ormai a fine anno, i campionati fedeli stanno per volgere al termine , ma, per la Pallavolo Albano, sembra che questo sia il periodo ancor più caldo. Dal 25 Marzo al 25 Giugno ha presentato un programma che comprende ben 6 appuntamenti che la vedono protagonista all’interno della Festa dello sport, per poi ricominciare il 20 settembre già con il primo evento pianificato.

Elencando gli eventi in ordine cronologico abbiamo il 25 Aprile “Mundialbano minivolley e Under 12 in festa” manifestazione che vede scendere in campo 300-400 ragazzini, che, in occasione della festa della Liberazione, giocheranno a pallavolo lungo Corso Matteotti andando a fare da cornice al corteo istituzionale, che, come ogni anno, sfila per il corso Principale. Segue a ruota il Mundialbano per le categorie under 18 Femminile e under 19 Maschile, il 17 e 18 Maggio, torneo a 12 squadre che ormai è da 5 anni, un appuntamento atteso, nel mese di maggio, nel mondo del volley.

Due gli appuntamenti che vedono la Pallavolo Albano coinvolta con i progetti scolastici, Il 31 Maggio con l’istituto R. Pezzi a Vascarelle e il 1 Giugno con la scuola materna “il Gabbiano” all’interno della Festa dell’ Immacolata. Si continua il 21 giugno all’interno della Festa di quartiere delle Mole, quando le ragazze dell’under 14 e 16 si alterneranno sul campo di gioco in una lunga maratona di Volley. Il tutto sembra finire il 22 Giugno con la grande festa pensata per festeggiare i 45 anni di continua attività. Ma….si ricomincia subito alla grande con il 20 settembre, quando, per inaugurare il Mondiale femminile che vede Roma protagonista, la Pallavolo Albano organizza un quadrangolare con la serie D femminile.

Ci si domanda cosa ci sia c’è dietro a tutto questo fermento? A tale quesito risponde così la presidentessa Maria Rosaria Gaito “Quando è iniziata 5 anni fa la mia esperienza da presidente, con lo staff direttivo rigenerato da nuove presenze, ma sempre solido per la presenza di chi ha fatto la storia della Pallavolo Albano, ci siamo detti – dichiara Maria Rosaria Gaito – che era ora di dare nuova linfa ad una società che da sempre è stato una pietra miliare nel mondo del volley, essendo la terza, in ordine cronologico, del Lazio. Abbiamo deciso che occorreva puntare sui giovani del nostro territorio, dar loro la possibilità di perseguire degli obiettivi sani, di sentirsi valorizzati e di imparare a lottare e a sacrificarsi per ottenere risultati, imparare a confrontarsi con il mondo esterno ed uscirne soddisfatti di saper gestire il confronto con gli altri. Lo sport – continua la presidentessa della Pallavolo Albano – è per noi, quindi, la prima palestra da fare per poi inserirsi in maniera corretta nel mondo del lavoro. Partendo da questi principi, oltre che limitarsi agli eventi convenzionali, come i campionati federali, occorre fare qualcosa di più, qualcosa che apparentemente sembra impossibile, ma che grazie al lavoro di uno staff numeroso e compatto diventa di facile realizzazione. E’ questo il motivo fondamentale per il quale insieme a tutto lo staff direttivo e tecnico, organizziamo tutti questi eventi. Ovviamente – conclude la Gaito – facendo pallavolo agonistica, l’altro motivo da non trascurare è la crescita tecnica dei nostri ragazzi, che riesce a realizzarsi oltre che per la presenza esclusivamente di tecnici super qualificati , anche per il continuo confronto con l’esterno”.

Parliamo, però, della Festa del 25 Aprile, il Mundialbano dei piccoli: è certo una bella impresa portare i piccoli in strada, di certo più complicato che organizzare un torneo in palestra con i 20enni. Risponde così a questa domanda il Direttore tecnico Marco Di Eduardo “Quando penso a questa manifestazione, mi viene in mente – dichiara il DT della Pallavolo Albano – il giorno che è nata. Si era a cena , Rosaria che butta lì una cosa tipo “Sarebbe bello organizzare una manifestazione di minivolley sul corso di Albano, ma non si può fare, è troppo complicato. Però sarebbe bello!“. I presenti a tavola che concordano unanimemente. Io rimango zitto, con lo sguardo fisso davanti a me e immagino alla BELLEZZA di 300-440 bambini/e che giocano sulla via principale della nostra cittadina – continua Di Eduardo. Rosaria che mi guarda e capendo cosa stavo pensando mi chiede : “ Perché si potrebbe organizzare?” La mia risposta : “Perché no ?”. Ora siamo alla seconda edizione di qualcosa che si pensava impossibile e che siamo riusciti a realizzare soprattutto grazie al coinvolgimento di tanti volontari, che ci danno una mano, alla passione e alla volontà di far crescere il movimento pallavolistico da noi e anche in altre parti. Questa oltre tutto non è l’unica cosa “impossibile” che abbiamo fatto, pensiamo alle 5 edizioni del Mundialbano, tanto per citare qualcosa.Questo tipo di eventi danno giusto risalto ad una struttura che da 5-6 anni ha cambiato marcia, ponendo i più piccoli, i più giovani al centro del proprio progetto sociale e tecnico, ed ora piano piano stiamo diventando un piccolo modello di riferimento. Non siamo – conclude il Direttore Tecnico – e non vogliamo essere i migliori di tutti, ma sicuramente siamo i più CORAGGIOSI”.

Terminiamo il nostro iter, andando a chiedere un pensiero, a chi della pallavolo Albano può definirsi uno dei veterani, che da sempre ha fatto parte della pallavolo Albano, prima da giocatore, oggi da direttore sportivo Adriano Cicchinelli. “Per noi il 2013-2014 – esordisce il ds – segna il 45° anniversario dalla fondazione, e ci accingiamo a vivere questo finale di stagione in modo ancor più impegnativo ed esaltante per chi, come me, ama da sempre questo sport. Il 25 aprile con la Seconda edizione de Mini Volley e U12 … In festa abbiamo invaso con la gioia dei più piccoli la nostra Città, il 17 e 18 maggio andrà in scena la quinta edizione del Mundialbano con 6 formazioni di Under18 femminile ed altrettante di U19 Maschile, non voglio anticipare nulla ma sono tutte società di primissimo ordine. Questa manifestazione iniziata in occasione dei Mondiali Maschili è ormai una tappa fissa tra gli eventi pallavolistici giovanili, ed anche per questo anno, come fu nel 2000, farà da traino per l’evento di settembre che vedrà la nostra Nazionale Femminile battersi per il titolo iridato. Abbiamo subito dopo due eventi in collaborazione con le scuole, il primo con l’istituto R. Pezzi con la finale del Torneo di Istituto e successivamente porteremo di nuovo in piazza i più piccoli, i bambini della scuola materna …… con le due scuole stiamo iniziando un progetto di collaborazione che partirà ufficialmente il prossimo anno scolastico, così come quella con l’Istituto Murialdo. La stagione si concluderà il …. con la festa dei 45 anni della nostra fondazione per riprendere alla grande a settembre – continua Cicchinelli – con un Quadrangolare tra formazioni delle serie D femminile”.

Che dire quando nel 2008, con l’allora neo Presidente Maria Rosaria Gaito, abbiamo iniziato questo progetto sui giovani per noi era una scommessa, avevamo un settore maschile da ricostruire e quello femminile da conservare e far crescere, la mia ostinazione nel voler riportare Marco Di Eduardo dove è nato pallavolisticamente nella veste di direttore tecnico per il progetto sui giovani, il lavoro di tutti noi dirigenti, gli sforzi dei genitori e l’impegno costante di tutti gli atleti/e sta pagando. Da qualche anno ormai siamo presenti in tutti i campionati giovanili sia maschili che femminili e abbiamo le due prime squadre nella serie D regionale. Attestato del lavoro svolto ci arrivato anche e soprattutto dalla Federazione con il marchio di qualità per l’attività giovanile anche per il biennio 2014-2015 e la conferma del riconoscimento di scuola federale di pallavolo. Siamo veramente felici – conclude – e sebbene la nostra società ha sempre avuto un attenzione particolare sul settore giovanile, posso dire che il lavoro che stiamo facendo per avvicinare sempre più ragazzi/e a questo meraviglioso sport nella nostra gloriosa società per diventare linfa per le prime squadre, proprio non lo ricordo negli anni passati…. Un in bocca al lupo a grazie tutti.”

Print Friendly, PDF & Email