Palozzi “Con Toti progetto politico per rilanciare centrodestra”

Nota del consigliere regionale del Lazio Adriano Palozzi, uno dei fondatori, insieme al presidente Giovanni Toti, di Cambiamo

0
279
toti_palozzi
Toti e Palozzi

“Ieri (mercoledì 7 agosto ndr) a Roma, insieme al presidente Giovanni Toti, abbiamo costituito in sede notarile il comitato promotore dell’associazione “Cambiamo”, che nelle prossime settimane diventerà un vero e proprio movimento politico. Una casa di vetro, un aggregatore di anime che vuole continuare a riconoscersi in un centrodestra riformista, liberale ed europeo, e che si ponga reale alternativa alla demagogia grillina e alla incompetenza del centrosinistra. Dopo un lungo percorso, dunque, ci siamo: veder nascere dal basso questo movimento è un grande motivo di orgoglio ma anche una grande responsabilità: insieme al presidente Toti abbiamo programmato una tabella di marcia serrata e intensa, che ci vedrà protagonisti su tutto il territorio nazionale già da settembre. Ci rapporteremo quotidianamente con i territori e i suoi rappresentanti, elaborando e raccogliendo soluzioni e proposte per un centrodestra realmente aperto, partecipato, meritocratico e radicato, quindi più vicino ai bisogni delle famiglie”. Così, in una nota, Adriano Palozzi, consigliere regionale del Lazio e uno dei fondatori, insieme al presidente Giovanni Toti, di “Cambiamo”.

DA FI A CAMBIAMO, AI CASTELLI PARTE L’ESODO VERSO TOTI E PALOZZI

“E’ un vero e proprio esodo, quello di numerosi amministratori ed esponenti dei Castelli Romani, ormai ex Forza Italia e pronti a prendere parte alla nuova sfida politica, lanciata in queste ore dal presidente della Regione Liguria e appoggiata dal consigliere regionale del Lazio (ed ex sindaco di Marino), Adriano Palozzi. “Cambiamo” si chiama il neonato movimento politico e sta registrando approvazione e partecipazione nella Capitale d’Italia e la sua area metropolitana. E anche ai Castelli come detto. A partire da Rocca Priora col consigliere comunale Flavio Pucci: “Sono molto soddisfatto di aderire al nuovo percorso politico, ideato e promosso dal presidente Toti e dal consigliere regionale Palozzi. Sono dell’opinione che, allo stato attuale, “Cambiamo” rappresenti un vero e proprio punto di riferimento per il centrodestra locale e nazionale, una ventata di freschezza in un panorama politico troppo cristallizzato e preistorico nelle idee e nelle proposte. Per questa ragione mi metto a disposizione di Toti e Palozzi per un progetto che veda finalmente i territori protagonisti nel segno del rinnovamento, del radicamento e della vicinanza alle famiglie”. Vento di cambiamento anche a Marino con l’ormai ex coordinatore FI, Roberto Grossi: “Aderisco con entusiasmo al movimento “Cambiamo”, il nuovo progetto politico fortemente voluto dal presidente Giovanni Toti e dal consigliere regionale Adriano Palozzi. Si tratta di un percorso innovativo e ambizioso, in cui credo fortemente, che punta ai territori, alla gente, e al reale rinnovamento del centrodestra. Un movimento nato dal basso, aperto e inclusivo. Io ci sono!”. Pure da San Cesareo giungono le prime adesioni a Toti e compagni: “Partecipiamo con piacere ed entusiasmo al nuovo percorso politico, intrapreso dal presidente Giovanni Toti e dal consigliere regionale del Lazio, Adriano Palozzi. Nel centrodestra c’è bisogno di rinnovamento della classe dirigente, di rilancio e radicamento sui territori: principi e azioni non più rinviabili e che siamo convinti trovino concretezza in “Cambiamo”, il nuovo movimento di Toti e Palozzi. Siamo pronti, dunque, a lavorare per il bene dei territori e delle famiglie nella consapevolezza che un centrodestra meritocratico e aperto è adesso certamente possibile”, hanno sottolineato i consiglieri comunali di San Cesareo, Stefano Roma e Adriano Bianchi.

ROMA, VACCA: “ADERISCO A “CAMBIAMO” CON TOTI E PALOZZI”

9 agosto h.13:55 – “È da tempo che auspicavo in un cambiamento in Forza Italia, ma ciò non è accaduto – dichiara in una nota Roberto Vacca, Responsabile del Dipartimento Lavoro di Roma e membro del Coordinamento Romano di Forza Italia – e, pertanto, ho seguito sin dall’inizio con attenzione il progetto di del Presidente Toti e del Consigliere Palozzi e con forte motivazione e determinazione aderisco a “CAMBIAMO” e lascio Forza Italia. Adesso avvieremo un nuovo e avvincente percorso politico, a sostegno dell’iniziativa del Presidente Toti e del Consigliere Palozzi”.

FI, ABBRUZZESE: “MI DIMETTO DA VICECOORDINATORE NAZIONALE ENTI LOCALI E ADERISCO A CAMBIAMO”

9 agosto h.17:00 – “L’attuale crisi di governo, peraltro inevitabile considerato tutti i no che il Movimento 5 stelle a posto in essere nei confronti dell’alleato di governo ovvero la Lega di Salvini, impone un’accelerazione di un processo ormai inevitabile. Da più di qualche tempo ho condiviso con alcuni dei consiglieri regionali del Lazio eletti in Forza Italia un percorso necessario, indispensabile, chi guardasse ad un elettorato che ha il diritto di essere rappresentato da una forza politica nuova, attenta al territorio, che basi le proprie convinzioni sulla meritocrazia e sulle primarie aperte a qualunque livello. Abbiamo cercato all’interno di Forza Italia di far passare questa linea, ma le preoccupazioni di alcuni dirigenti di partito, facenti parte dell’ormai noto cerchio magico, di mantenere solo le proprie posizioni non ci ha consentito in nessun modo di portare avanti questa che era la linea necessaria per il rinnovamento del nostro partito. Ora però è arrivato anche il momento di parlare a tutti i cittadini e soprattutto parlare di contenuti, non soltanto di organizzazione; perché se è vero che l’organizzazione è importante, per garantire la presenza sul territorio è altrettanto vero riempire un’organizzazione di contenuti. E lo faremo a cominciare dal taglio delle tasse con la flat tax, dalla maggiore sicurezza per il nostro paese, oggetto ormai di una immigrazione incontrollata, da una maggiore attenzione al mondo reale che produce, ovvero quello dell’Industria e dell’Artigianato, e soprattutto quello delle piccole e medie imprese. E non solo. Il nostro è un Paese dove regna sovrana la burocrazia, che va snellita e deve diventare uno strumento a supporto del mondo imprenditoriale e delle professioni, non di ostacolo ad essi. A tutto ciò deve aggiungersi un grande atto di responsabilità, rappresentato dalla riduzione del numero dei parlamentari di entrambi i rami del Parlamento. Questi sono i contenuti su cui dobbiamo confrontarci e che fanno parte di una cultura specifica di un centro-destra sovranista, di un’alleanza che veda il nuovo soggetto politico “Cambiamo” dell’amico Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, insieme con quelle forze politiche del centro-destra, quali la Lega e Fratelli d’Italia, che si riconoscono in un progetto sovranista e conservatore, ma che guardi al futuro, mettendo in pratica quelle riforme che per il nostro paese sono necessarie per la sua crescita, senza dover sottostare continuamente ai diktat dell’Europa. E per questo motivo che ho deciso di rimettere nelle mani del partito il mio incarico di Vice-Coordinatore nazionale degli enti locali di Forza Italia, nella convinzione che la mia adesione al movimento “Cambiamo” sia il punto di partenza per la costruzione di un grande Polo sovranista di centrodestra, che guardi al mondo liberale moderato come una forza aggiuntiva maggioritaria di questo paese. In questo momento e la particolare condizione storica prevederebbe da parte mia un comportamento più attendista e di temporeggiatore. Ma non è questo il comportamento tipico che ha pervaso la mia vita politica, perché bisogna sempre avere il coraggio delle proprie scelte, soprattutto se fatte con la testa e con il cuore. Cambiamo insieme, per cambiare in meglio e con il supporto di tutti il nostro paese”.  Così, in una nota, Mario Abbruzzese, ex presidente del Consiglio regionale del Lazio.

 

Print Friendly, PDF & Email