Parole, danza e musica all’ex Mercato Coperto con la Pro Loco di Frascati

0
1088
musicadanzaoriginiproloco14novembre2015
La Musica, la Danza, le Origini
musicadanzaoriginiproloco14novembre2015
La Musica, la Danza, le Origini

A Frascati, presso l’ex Mercato Coperto,  sabato 14 novembre si è svolta la manifestazione “La Musica, la Danza, le Origini” organizzata dalla locale Pro Loco. Protagonista il maestro Mario Alberti, coadiuvato nello spettacolo da Martina Nasini con il suo flauto, che ha accompagnato le tante persone convenute con la chitarra e i flauti oltre che con un excursus storico-culturale sulla musica, la danza e le nostre origini.

Di seguito la nota del portavoce della Pro Loco Frascati 2009 Marco Colcerasa:

“La Musica, la Danza, le Origini

Conferenza didattica sulle origini della musica e della danza, Frascati sabato 14 novembre 2015, Salone espositivo del Mercato coperto Piazza del Mercato

La Pro Loco Frascati 2009 con il patrocinio del Comune di Frascati, in collaborazione con l’Associazione culturale marinese Per l’Europa dei Comuni, nell’ambito delle proprie iniziative annuali, ha organizzato la kermesse dal titolo La Musica, la Danza, le Origini, tenuta dal Maestro Mario Alberti (chitarra e flauti) e dalla flautista Martina Nasini. La Pro Loco Frascati 2009 intende promuovere tutte le iniziative che possano valorizzare la città, i suoi abitanti e la cultura del territorio, non a caso il M° Mario Alberti risiede nel territorio dei Castelli Romani e proprio tra questi meravigliosi paesaggi e costumi trae la sua immensa ispirazione. La risposta della popolazione e la presenza di numeroso pubblico ha, ancora una volta, incoraggiato le iniziative e le attività svolte dall’Associazione.

«La città di Frascati ha il piacere di ospitare questo illustre talento musicale che, per l’occasione, vorrà narrarci le origini della musica e della danza, – spiega Antonio Mercuri presidente della Pro Loco Frascati 2009 – raccogliendo testimonianze storiche e ispirazioni che tanto sono care al contesto territoriale ed urbano della città di Frascati. Dove meglio raccontare della magia dei flauti e delle danze dei baccanali, che avvenivano proprio in queste terre così legate a Roma e al pensiero ludico dei nostri avi. Frascati, dunque, si pone come quinta scenografica di prim’ordine, per ospitare racconti suggestivi e fare da sfondo alle immagini che Mario Alberti e Martina Nasini sanno evocare, suscitando suggestioni e atmosfere ataviche, attraverso l’uso dei loro strumenti musicali e della recitazione teatrale. Le opere del M° Alberti sono numerose e interessanti – continua Mercuri – ancora una volta vogliamo presentare e cogliere gli aspetti culturali del nostro territorio e delle arti, che legano a sé secoli di storia. Sono state ricordate Le camene e le muse che insieme alle ninfe sono invenzioni, forse, ma certamente costituiscono le ispirazioni per la musica e per la danza. Gli stessi aspetti ed ispirazioni le troviamo nei giovani che oggi animano le piazze di Frascati e il Belvedere. Ecco, dunque, apparire nuove Tersicore atraverso i raccontiche il M° Alberti sa così bene rianimare dalla tradizione storica fino ai nostri giorni. La magia dell’incontro ha avuto luogo in un luogo altrettanto sacro alla storia e alle tradizioni: il Mercato di Frascati. Quale ambiente più significativo, quale teatro naturale più importante se non il mercato, luogo di scambio e di intrecci di culture dove danza, musica e poesia trovano nel quotidiano la loro ragione d’essere e di manifestarsi. Ebbene, proprio in questo luogo recentemente restituito alla città di Frascati con rinnovata veste e funzionalità, in uno spazio dedicato agli incontri e agli scambi culturali, abbiamo rievocato le antiche muse. Dagli scranni di cartone ultramoderni che arredano lo spazio culturale abbiamo ascoltato il racconto e apprezzato semplici melodie che hanno toccato profondamente l’animo umano sin dal tempo dei tempi. In considerazione dei recenti fatti tragici che hanno colpito la città di Parigi, la comunità riunita sotto il segno della conoscenza e dellearti ha sottoliato come la musica sia, anche trasversale ed ecumenica, veicolo di alleanza e condivisione, missionaria di pace e unione.

Con questo evento si è inteso sottolineare, ancora una volta, la significativa presenza artistica e culturale che si rispecchia nell’hinterland dei colli e che spesso trae origine, se non spunto, proprio da queste terre. Tra Baccanali e Bucoliche, il territorio di Frascati strizza l’occhio all’arte e al divertimento, uno spettacolo culturale per tutti sostenuto da un grande talento artistico e dalla sua sensibilità per la promozione della musica e della danza».

Print Friendly, PDF & Email