Pazzi di Gioia gli studenti del Liceo delle Scienze Umane Joyce di Ariccia

Presentati i lavori degli studenti del Liceo James Joyce nell'ambito del progetto in alternanza scuola lavoro Pazzi di Gioia 3

0
141
patriziaonesti
La Prof.ssa Patrizia Onesti presenta il progetto Pazzi di Gioia 3

Pazzi di Gioia: è il titolo del progetto in alternanza scuola lavoro del Liceo delle Scienze Umane James Joyce di Ariccia, giunto alla sua terza edizione, che questa mattina ha visto, presso l’Auditorium dell’istituto scolastico castellano, la cerimonia di presentazione dei lavori degli studenti del triennio che vi hanno partecipato.

L’atto creativo come utopia dell’ordinario, è stata la tematica scelta come filo conduttore delle esperienze vissute dagli studenti in questo anno scolastico, suddivisi in tre momenti: una visita al Museo della Mente di Roma, ex Istituto per pazienti affetti da malattia mentale Santa Maria della Pietà, una giornata di servizio volontario presso la Mensa Caritas di Colle Oppio, esperienze all’interno del Centro di Salute Mentale dela Asl Roma 6 ad Ariccia e presso il Centro Diurno di riabilitazione Il Volo Libero di Albano Laziale. Coordinati dalla Prof.ssa e responsabile dell’alternanza scuola lavoro del Joyce Patrizia Onesti, le classi si sono prodotte in numerose performance creative aventi l’obiettivo di trasmettere i principali messaggi che sono scaturiti dalla partecipazione ad un progetto impegnativo come questo. Cortometraggi, poesie, performance pittorico-artistiche, sono stati gli strumenti preferiti dai ragazzi e dalle ragazze del Joyce, che hanno dimostrato una spiccata sensibilità ed una notevole capacità di coinvolgimento sulle tematiche ddell’inclusione sociale e del riconoscimento dell’altro da se, inteso sia come individuo che come abbattimento del pregiudizio.

I cortometraggi realizzati, anche grazie all’attenzione dell’ex assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Ariccia Elisa Refrigeri, presente in sala, sono stati selezionati per la rassegna del Festival del Cinema dei Castelli Romani 2019, mentre il laboratorio musicale “Suoni dalla Natura”, esibitosi in Auditorium anch’esso stamattina, è stato diretto dal Maestro Massimo Massimi.

Un lavoro di squadra quello del Liceo delle Scienze Umane di Ariccia che si ripete di anno in anno, particolarmente prezioso in un ambito, quello della preparazione dei giovani alla socialità, in un mondo sempre più incline all’isolamento ed all’egoismo.

Print Friendly, PDF & Email