Pci Marino dopo la conferenza stampa della Giunta M5S

0
768
aversa
Maurizio Aversa segretario Pci di Marino
aversa
Maurizio Aversa segretario Pci di Marino

PCI MARINO: “il Sindaco Colizza ha dato alcune informazioni, ha detto molti “faremo”. Vuoto sul Bilancio Partecipato. Ottima notizia su Assessore Urbanistica”.

“Una delegazione del PCI ha partecipato alla Conferenza Stampa che la Giunta M5S ha convocato per il 20 a Palazzo Colonna in forma aperta ai cittadini – inizia così la nota del Pci di Marino. Una riunione di Segreteria, ascoltato il resoconto offerto dalla delegazione, ha poi sintetizzato i giudizi che seguono. Innanzitutto si rileva come positiva la partecipazione dei cittadini – molti delle frazioni – a questo tipo di incontro. Altrettanto si rileva come negativa l’assenza di molti consiglieri comunali, forse nessuno della attuale opposizione: non è uno sgarbo alla giunta e alla maggioranza grillina; è uno sgarbo e un venire meno ad un obbligo politico nei confronti dei cittadini. Una novità, da quando seguiamo le esternazioni pubbliche del sindaco, è consistito nel fatto che ha dato il “benvenuto alle forze politiche presenti”. Per la lunga esposizione che il sindaco ha svolto, non entreremo nel merito su tutto. Specialmente sui vistosi buchi. Invece esprimiamo la nostra posizione su due punti specifici: il Bilancio Partecipato e la nomina ad assessore dell’ing. Andrea Trinca.

Bilancio Partecipato. Sui conti da sistemare del bilancio, il sindaco ha fatto un giro di parole che non ha chiarito se il tema prioritario è scovare i soldi da chi evade, oppure no; se invece sia come spostare decisioni per far incrementare le entrate – a suo dire – abbassando le tariffe e le tassazioni oppure no. Sicuramente, alla fine del giro, ha dichiarato che il comune in futuro farà il bilancio partecipato. E’ una truffa lessicale! La Giunta M5S pensa che il bilancio partecipato sia quella roba rimediata che ha tentato di rifilare la vecchia giunta di destra? Riunire un po’ di rappresentanze in aula e mostrare numeri e far finta che decidano su qualcosa? A noi e ai cittadini era stato detto di no. Allora non servono annunci. Serve – come ha dimostrato l’ampia partecipazione attiva del PEC – che si decida una data, si appronti una metodologia e la si attui. Noi comunisti, l’abbiamo. Siamo in grado di esporla, di dibatterla e di attuarla. Il M5S, la Giunta lo vuole fare? Lo sa fare? Sceglie di farlo? Basta dare appuntamento tra una o due settimane e avviare un processo! Altro che “poi faremo” democristiano – continua così la nota.

Nomina Assessore ing. Andrea Trinca. Conosciamo da sempre Andrea Trinca. La sua attività e il suo orientamento moderno, attuale, di inquadrare le attività umane in un territorio, che è ben diverso dallo “zonizzare” – come ha detto egli stesso presentandosi – pezzi di suolo per costruirvi in modo espansivo. Conosciamo i suoi orientamenti certamente riferiti al Divino Amore, ma non solo. Ma, per esempio, un tema caro sia agli ambientalisti che ai comunisti, e come PCI lo confermiamo oggi, l’aggredire la crisi e la risposta al settore edilizio stesso non da un punto di vista solo quantitativo. Ma con la qualità dell’intervento programmato sull’edilizia esistente. Sulle ristrutturazioni. Sulle riqualificazioni. Sui servizi diffusi. Ecco tutto questi accenni, non ci consentono già di dare un giudizio di merito a futura memoria. Ma sicuramente ci fanno esprimere un giudizio positivo su questa scelta e sul ruolo che l’ing. Trinca, l’Assessore Trinca vorrà svolgere. Del resto le sue parole conclusive sono state chiare: “certo sono un tecnico. Ma un ufficio tecnico con dei professionisti pubblici già ci sono a svolgere il proprio lavoro. Io non mi sostituirò a loro. Svolgerò un ruolo di indirizzo e controllo. Che è un ruolo eminentemente politico”. E’ il nostro stesso convincimento, seppure nel tempo, fino ad ora questa giunta si è sottratta da un ruolo di confronto politico vero. Noi confidiamo, come PCI, di poter avere un rapporto paritario, ove serva anche di sostegno alle scelte che il neoassessore affronterà e da questo confronto completeremo il nostro giudizio – si conclude così la nota.. Che intanto, confermiamo, è un positivo benvenuto”.

Print Friendly, PDF & Email