Pd Marino si schiera contro il DDL Pillon

Il PD di Marino dice “NO” al DDL Pillon con una mozione e scendendo in piazza questo fine settimana con un presidio

0
73
no_al_ddl_pillon
No al Ddl Pillon

Il Partito Democratico di Marino dice “NO” al DDL Pillon con una mozione e scendendo in piazza questo fine settimana in un presidio che si articolerà sabato 23 marzo dalle ore 10 alle 13 a Piazza Palmiro Togliatti (Santa Maria delle Mole) e  domenica 24 marzo con lo stesso orario, a Piazza San Barnaba (Marino Centro). La proposta di documento dei consiglieri comunali Franca Silvani e Gianfranco Venanzoni è stata sottoscritta anche dai consiglieri Eleonora Di Giulio ed Enrico Iozzi e, nella cornice medioevale delle tesi del  congresso sulla famiglia che si terrà prossimamente a Verona, chiede senza se e senza ma il ritiro del DDL n. 735 presentato da Lega e Movimento 5 Stelle, primo firmatario Simone Pillon. Dal Partito Democratico di Marino hanno fatto sapere: «Siamo fortemente contrari a questo stravolgimento senza senso, che va ad intaccare gli equilibri familiari e dei minori. Questo DDL rappresenta un enorme passo indietro, attraverso proposte assurde come l’istituzione di nuove figure obbligatorie e a pagamento, come il mediatore familiare e il coordinatore genitoriale. Senza considerare l’inopinata proposizione del principio di genitorialità perfetta per la quale i figli sono “cose” perfettamente divise tra i due coniugi senza tenere a mente le loro esigenze. Un documento senza senso, basti pensare ai principi di infondatezza delle accuse di abusi e violenze psicologiche e fisiche e la presunzione dell’alienazione parentale. Si tratta di un disegno di legge inquietante e pericoloso al quale ci opponiamo con forza».

Così in una nota il Presidente del Partito Democratico di Marino Domenico Trabalza, il Segretario Sergio Ambrogiani e i Consiglieri Comunali Franca Silvani e Gianfranco Venanzoni.

Print Friendly, PDF & Email