Perotti ad Albano presenta il suo libro Adesso Basta

Lo scrittore Simone Perotti Sabato 19 Maggio dalle ore 17:30 presso l'ex Chiesa Madonna delle Grazie ospite delle associazioni Cambio Rotta, Liberamente e Fare Squadra

0
325
locandina
Lo scrittore Simone Perotti presenta ad Albano Laziale i suoi libri e il suo viaggio. 
Da “Adesso Basta” a “Rais” a “Atlante delle isole del Mediterraneo” e fino alla sua spedizione a vela di cinque anni, iniziata quattro anni fa, per tutto il Mediterraneo e il Mar Nero. A rendere noto Simone Perotti è stato il primo saggio/manuale per lasciare il lavoro e cambiare vita, in cui ha raccontato la sua scelta dalle paure alle decisioni radicali che l’hanno consentita. Lavorava in azienda, oggi scrive e naviga, ma non è il ricco che si è messo a fare quello che vuole. Dietro le sue scelte c’è un’idea di vita, un progetto esistenziale, forse anche una prospettiva politica. Da quando i suoi libri, tutti sul tema dell’identità e della libertà, hanno iniziato a circolare presso il grande pubblico, l’attenzione su questi temi si è moltiplicata. 
 
L’appuntamento con l’autore è per sabato 19 maggio alle 17:00 presso l’ex Chiesa Madonna delle Grazie. “La Consapevolezza e il Cambiamento” è il titolo dell’evento promosso dalle Associazioni Cambio Rotta, Liberamente e Fare Squadra, in collaborazione con la testata giornalistica Meta Magazine (www.metamagazine.it). L’autore discuterà con il pubblico intervistato dalla giornalista Morena Mancinelli, direttrice responsabile di Meta Magazine.
 
Da un libro di Simone Perotti:
“Ne abbiamo abbastanza. Lavorare per consumare non rende felici. Lo sappiamo tutti, ma come uscirne? Cambiare vita da soli sembra una scelta troppo faticosa. Addirittura impossibile. Invece no. E non si tratta solo di ridurre il salario per avere più tempo libero. Serve un cambio di vita netto, verso se stessi, il mondo che ci circonda, le abitudini, gli obblighi, il consumo. La rivoluzione dobbiamo farla a partire da noi, riprendendoci la nostra vita per essere finalmente liberi. Ma dire no, non basta per essere felici. Occorre un progetto, smettere di lamentarsi o di invocare, acquisire un metodo. Tentare”
Print Friendly, PDF & Email