Assistenza domiciliare Genzano, j’accuse della Piazzoni

Ileana Piazzoni del Partito Democratico: "A Genzano di Roma gravissima la sospensione del servizio di assistenza domiciliare"

0
797
piazzoni
Ileana Piazzoni
“Con la sospensione del servizio di assistenza domiciliare, prevista a partire della giornata odierna, l’amministrazione comunale di Genzano di Roma assesta un altro duro colpo al sistema locale di servizi sociali, già provato dai tagli operati in neanche due anni di governo del paese.” Lo dichiara la Deputata del Partito Democratico Ileana Piazzoni, candidata alla Camera alle prossime elezioni politiche. “L’amministrazione di Genzano, a guida M5S, esce dall’immobilismo a cui è votata solo per ridurre i servizi di welfare. Una costante non certo frutto del caso, ma che ben delinea la visione di città da parte della Giunta pentastellata: una comunità con meno risorse a sostegno dei più deboli e con meno servizi. La scelta di sostituire l’assistenza domiciliare con contributi economici è quanto di più retrogrado possa essere messo in campo in materia di politiche sociali, perché non tutela gli effettivi destinatari e costringe le famiglie a confrontarsi in perfetta solitudine sul mercato, a scapito della qualità dei servizi e della tutela dei lavoratori e delle lavoratrici. Una decisione scellerata conseguente a una visione miope e al taglio drastico delle risorse per il sociale, che dopo la riduzione delle ore di assistenza, oggi produce come estrema conseguenza l’interruzione del servizio. Una scelta, quella della sospensione dell’assistenza domiciliare, ancor più grave perché elude il compito dell’amministrazione di salvaguardia degli operatori che sino ad oggi hanno con professionalità garantito il servizio, salvaguardia che sarebbe stata doverosa anche in caso di una futura distrettualizzazione o trasformazione dello stesso in sistema di accreditamento. Mentre a livello nazionale abbiamo lavorato con tenacia per rafforzare il nostro sistema di politiche sociali, dall’incremento dei fondi, all’introduzione del Reddito di Inclusione con una quota strutturale dedicata proprio al potenziamento del welfare territoriale, l’amministrazione grillina agisce in senso opposto. Invito fortemente a un ripensamento su una decisione irresponsabile, contro la quale mi impegnerò affinché un servizio di tale importanza non finisca per essere totalmente svilito e svuotato di efficacia.”
PD GENZANO DI ROMA: SOSPENSIONE ASSISTENZA DOMICILIARE, UNA CITTÀ CON ANCORA MENO SERVIZI.
8 Marzo h.13:00 – Un’amministrazione cittadina che da mesi non si degna di convocare un Consiglio comunale per affrontare i problemi della città, ma che continua imperterrita a smantellare i servizi, specie quelli a sostegno e tutela dei più deboli: è questo lo stato in cui versa Genzano di Roma. Non sono bastati i drastici tagli degli stanziamenti per le politiche sociali, la riduzione delle ore di assistenza, i mancati pagamenti: da questo mese, verrà sospeso il servizio di assistenza domiciliare. Una scelta presa senza alcuna considerazione dei bisogni degli utenti e del lavoro sino ad oggi prestato dagli operatori, che anche di fronte alle difficoltà hanno sempre garantito, con professionalità, l’assistenza ad anziani e disabili. Si sospende dunque un servizio fondamentale per sostituirlo, temporaneamente, con l’erogazione di contributi economici. Trasferimenti monetari che non sono sicuramente in grado di dare una risposta efficace a situazioni di bisogno molto diverse e che, in ogni caso, confermano quale sia la visione per il futuro della nostra comunità da parte del M5S: un futuro con meno servizi, dove contributi assistenzialistici sostituiscono il welfare. Preoccupa inoltre la mancanza di chiarezza sulla riorganizzazione del servizio di assistenza domiciliare. Una sua gestione complessiva a livello distrettuale o la previsione della forma indiretta, mediante accreditamento degli assistenti personali con successiva scelta da parte delle famiglie, non possono non tener conto, innanzitutto, delle necessità di utenti e beneficiari, della salvaguardia dei livelli occupazionali, delle tempistiche inevitabilmente lunghe per operare questa transizione. Ma siamo certi che queste preoccupazioni siano pressoché inesistenti nei programmi e nelle scelte di chi è chiamato ad amministrare la nostra città, attualmente più propenso a far cassa sul sociale: quasi due anni di tagli, gestione approssimativa ed incapacità amministrativa stanno a testimoniare il livello di cura per il bene comune e per l’interesse dei cittadini di Genzano da parte della Giunta Lorenzon. Nell’esprimere tutta la nostra vicinanza agli utenti del servizio e la solidarietà ai lavoratori, chiederemo ancora una volta conto delle scelte approssimative operate da questa amministrazione in Consiglio comunale, qualora venga ancora reputata la sede del confronto, delle valutazioni e delle scelte politiche. “Così in una nota il Circolo del Partito Democratico di Genzano di Roma”.
Print Friendly, PDF & Email