Piccioni, “momenti irripetibili con il Maestro Morricone”

Abbiamo incontrato il musicista Leandro Piccioni, pianista-tastierista del Maestro Ennio Morricone, nella sua sala di incisione sull'Appia Antica

0
325
piccioni_morricone
Leandro Piccioni ed Ennio Morricone
Abbiamo incontrato il musicista Leandro Piccioni nella “storica” sala di incisione sull’Appia Antica a Roma: una vera e propria “casa-abitazione” per il “compositore, pianista-tastierista” del Maestro Ennio Morricone che sta per essere lasciata dopo ventìanni di “onorato servizio”:
Qual è il suo bilancio del 2018? Si sta concludendo l’esperienza della sala d’incisione di via Atimeto? Cosa si sente di dirci a riguardo?
“ll 2018 per me è stato un anno pienissimo in tutti gli aspetti musicali che mi impegnano in questi anni. I concerti con Ennio Morricone (sono il suo pianista-tastierista solista ufficiale e seguo il Maestro in tutti i concerti in Italia e all’estero con ogni orchestra italiana ed estera) a Firenze, Torino, Milano, Batumi in Georgia, senza dimenticare gli appuntamenti di Locarno, Nimes e le 4 splendide serate di Caracalla. Oltre ai concerti di Parigi, Bruxelles, Londra all’ O2 Arena, San Pietroburgo e Mosca in questo scorcio di fine anno.
La ripresa della tournèe del Don Giovanni di Mozart con l’Orchestra di Piazza Vittorio di cui sono co-autore, arrangiatore e pianista in scena a Bologna Arena del Sole, poi Napoli al Bellini e al teatro Olimpico di Roma, oltre alle due date di Aix En Provence in Francia.
I concerti di musica da film con i miei arrangiamenti con il Quartetto Pessoa con i due eventi straordinari di Cinecittà a Maggio alla presenza di Ennio Morricone ed altre importanti autorità politiche e artistiche del cinema italiano e il concerto al festival del Cinema di Carloforte in Sardegna a settembre.
Poi ad Ottobre la presentazione del film “Il Flauto Magico di Piazza Vittorio” (di cui sono autore oltre che delle elaborazioni musicali anche delle musiche originali) al festival del Cinema di Roma.
Che dire: è stato un anno fantastico se vi aggiungiamo la fondamentale decisione per me di realizzare una nuova sala musicale nel quartiere Flaminio spostandolo dall’attuale sito vicino alla via Appia Antica dove ho lavorato e vissuto (è stata anche la mia abitazione) per più di 20 anni”;
La sua collaborazione con il Maestro Moricone la sta portando ad affrontare con lui le ultime date di una carriera irripetibile. Le sue sensazioni a riguardo?

“Si, la mia collaborazione con Ennio Morricone mi ha fatto vivere momenti straordinari e, come dici giustamente, davvero “irripetibili”. Siamo in procinto di partire per Praga da cui ci lanceremo per i con prossimi concerti di gennaio a Cracovia, Budapest, Berlino, Stoccolma, Oslo e, come sempre, nelle più grandi arene del mondo di queste città. Poi arriveremo a giugno di nuovo a Caracalla per quello che è preannunciato come l’evento di saluto ai concerti da parte del Maestro”;

Quali sono i suoi progetti per il 2019?

“Fra i miei progetti per il 2019 c’è una sala musica multimediale che sto realizzando a Via Guido Reni, nel cuore della Roma culturale, vicino all’Auditorium, al Maxxi, al teatro Olimpico (con cui collaboro per gli spettacoli della OPV ormai da molti anni e che ha visto il mio debutto con Carmelo Bene nella Pentesilea del 1989) e molte altre realtà musicali e non. Spero, come penso, mi faccia assorbire bene il fatto di lasciare lo studio dove ho suonato, composto, arrangiato, registrato e prodotto per ben 24 anni”.
piccioni_morricone
Leandro Piccioni ed Ennio Morricone
Print Friendly, PDF & Email