Pizzino e il suo rapporto con il Tc New Country Frascati

Tc New Country Frascati, l'avvocato Ennio Pizzino e quel pezzo di storia nel circolo tuscolano: “Una vita passata in questo circolo”

0
131
circolo_new_country
Circolo del Tc New Country Club Frascati

Il Tc New Country Frascati è un posto speciale: lo possono testimoniare tante persone che, nel corso degli anni, sono entrate in “contatto” con il circolo di via dell’Acquacetosa dove l’attenzione alle relazioni e alla socialità è sempre al primo posto. Ma tra i soci e i frequentatori del Tc New Country Frascati c’è chi ne sa decisamente qualcosa in più e tra questi c’è indubbiamente l’avvocato Ennio Pizzino. Novanta anni compiuti a gennaio, da oltre cinquanta fa parte della storia del circolo essendo stato tra i soci fondatori alla fine degli anni Cinquanta, addirittura diversi anni prima di una “istituzione” come Modesto Molinari. “Io e mio cognato Mario Taglienti avevamo una grossa passione per il tennis che ci derivava dall’aver visto diversi allenamenti della Nazionale italiana a Frascati (nella zona del “Mamilio”, ndr) negli anni Trenta – racconta Pizzino – Il costruttore Borrelli decise di acquistare un villino e lì aveva un campo per allenarsi privatamente, ma noi lo convincemmo a farne altri lì vicino”. Da lì nasce il “mito” dell’attuale Tc New Country Frascati, poi rilevato alla fine degli anni Settanta dalla famiglia Molinari. “Conoscevo Modesto sempre per motivi legati allo sport, visto che entrambi eravamo nel mondo del rugby (Pizzino fu anche presidente del Rugby Frascati, ndr). Fui proprio io da avvocato a curare il passaggio di proprietà del circolo. L’amicizia con Modesto Molinari e la sua famiglia è diventata sempre più forte e al Tc New Country Frascati ho continuato ad alimentare la mia grande passione per il tennis”. Pizzino (che continua a praticare la professione di avvocato) da qualche anno ha ridotto la sua presenza nel circolo di via dell’Acquacetosa. “Ma ne ho sempre continuato a seguire le attività. Il Tc New Country Frascati è indubbiamente un punto di riferimento per il territorio dei Castelli Romani e non solo, l’unico in grado di riuscire ad ospitare eventi di livello internazionale come il torneo Future che per tanto tempo è stato organizzato”.

Print Friendly, PDF & Email