Pompili (Asd Frascati Calcio), “Importante aver ritrovato la vittoria”

0
609
federico_pompili
Federico Pompili
federico_pompili
Federico Pompili

Il classe ’87 ex Grottaferrata archivia col sorriso il successo sul Fonte Meravigliosa e guarda con fiducia alla sfida di domenica contro l’Agora: “Abbiamo tutto per far bene. Il mio obiettivo? Arrivare in doppia cifra”

Alle volte può bastare solo una vittoria per “svoltare” una stagione. Lo sa perfettamente il Frascati, che dopo aver raccolto i primi tre punti a Ciampino, contro il Fonte Meravigliosa, punta a confermarsi al cospetto dell’Agora, avversario del prossimo turno ancora in quel di Grottaferrata. Dovrà farlo senza Stornaiuolo e Ulisse, espulsi nel finale concitato di domenica scorsa, ma con un morale e una fiducia sensibilmente aumentati, e non solo per questione di “numeri”.

“Al di là del risultato – spiega Federico Pompili, uno dei nuovi innesti di questa stagione – contro il Fonte Meravigliosa è stata la prestazione ad essere convincente. La squadra ha messo molta più voglia, i giocatori importanti hanno dato grande sostanza, tutti hanno offerto il loro contributo. E’ stata la vittoria della ‘testa’ e dell’esperienza: abbiamo dovuto lottare tanto, come dimostra il ‘conto’ dei cartellini, ma alla fine è stato un successo più che meritato, che rende giustizia al lavoro fatto fin qui”.

Anche il fatto di non aver subìto gol, dopo averne incassati sei nelle prime due gare, è un dato che va sottolineato. “Avevamo preparato la partita nel migliore dei modi, il mister ha insistito tanto in allenamento sulla fase difensiva e si sono visti i frutti – continua Pompili – adesso dobbiamo continuare così. I presupposti ci sono tutti: le qualità tecniche non si discutono, la coesione del gruppo è invidiabile, dopo l’ultima vittoria ci si allena con il sorriso e la giusta serenità”. Lui, intanto, sta provando a ripagare la fiducia di mister Roberto Ferri sul campo. Un gol al debutto, nella sfortunata partita contro il Nuova Florida, e tre prove convincenti senza saltare nemmeno un minuto. “Mi sono ambientato benissimo in questo gruppo – sottolinea il classe ’97 ex Grottaferrata – mi hanno accolto tutti alla grande, specialmente i più ‘anziani’ che continuano a dispensare consigli utili. Sento di essere cresciuto ancora nell’ultimo mese, e non voglio fermarmi. Il mio obiettivo? Arrivare in doppia cifra. Ma prima pensiamo a vincere contro l’Agora e a mettere in cascina altri tre punti. Non è un auspicio, ma una certezza: questa squadra farà molto bene”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email