Porti, Italia Viva Litorale Nord “Bene decreto infrastrutture, risorse per sviluppo”

Porti, nota di Carlotta Berton e Clemente Longarini, coordinatori di Italia Viva per il Litorale Nord della Provincia di Roma

0
202
porto_civitavecchia
Porto di Civitavecchia
Porti, Italia Viva Litorale Nord: “Bene decreto infrastrutture, risorse per sviluppo”
“Il decreto infrastrutture che stanzia 906 milioni per 23 opere proposte dalle Autorità di sistema portuale rappresenta un risultato importantissimo perché interviene con risorse fresche in favore della crescita e dello sviluppo dell’intero territorio su cui insistono i porti. Bene i fondi destinati al porto di Civitavecchia, pari a 69 milioni (viabilità principale rampe nord lotto 2* OO.SS) e a quello di Fiumicino, pari a 30 milioni”. Lo dichiarano, in una nota congiunta, Carlotta Betton e Clemente Longarini, coordinatori di Italia Viva per il Litorale Nord della Provincia di Roma. “L’impiego di 400 milioni, annunciato negli scorsi giorni dalla ministra per le Infrastrutture Paola De Micheli, è fondamentale per accrescere la competitività del porto di Civitavecchia che soffre da tempo di una crisi sistemica, accentuata negli ultimi mesi dal Covid. In tal senso sarebbe assai utile procedere alla tanto dibattuta elettrificazione di alcune banchine, seguendo l’esempio dei porti di Genova e Savona che già hanno deciso di investire parte delle risorse del decreto Infrastrutture in questo ambito”, proseguono. “Anche l’allegato al Def – proseguono – indica una serie di azioni nell’ambito dell’efficientamento energetico e ambientale, facendo rientrare in queste l’elettrificazione delle banchine. Si dia seguito il prima possibile a queste indicazioni investendo al meglio le nuove risorse. Si andrebbe sulla strada indicata dal Green New Deal della Presidente della Commissione e soprattutto si metterebbe fine, almeno in parte, all’annosa vicenda dei fumi in porto che in una città già così compromessa sul piano ambientale è ormai assolutamente insopportabile”, concludono Carlotta Berton e Clemente Longarini.
Print Friendly, PDF & Email