Premiata l’Associazione frascatana Chi sarà di scena

0
710
chisaradiscena
Associazione teatrale Chi sarà di scena
chisaradiscena
Associazione teatrale Chi sarà di scena

L’Associazione teatrale “Chi sarà di scena” si aggiudica il primo  premio della rassegna di teatro amatoriale Città di Monte Compatri

L’Associazione teatrale “Chi sarà di scena” di Frascati ha vinto il Premio Città di Monte Compatri. Il riconoscimento è stato attribuito alla compagnia in occasione dell’8a Rassegna dei Castelli Romani di Teatro Amatoriale, che si è svolta dal 13 al 17 luglio scorsi nel Parco Karol Wojtyla a Monte Compatri. La compagnia ha portato in scena lo spettacolo «Il Letto Ovale», un testo diretto da Basilio Maschertucci che aveva presentato a novembre al Teatro Capocroce di Frascati e a maggio al Teatro Polifunzionale Tiberio Bartoli di Lariano, riscuotendo un ampio successo. Un premio nel premio è stata la targa per il “migliore attore non protagonista”, consegnata a Tommaso Mascherucci, membro della compagnia e presidente dell’Associazione “Chi sarà di scena”. La giuria del premio era composta da: Alberto Ferraro, Gino Filosa, Armando Guidoni e la cerimonia di consegna si è svolta nella Sala Consiliare del Comune di Monte Compatri lo scorso 24 luglio.

Tra le motivazioni della giuria che hanno attribuito il primo premio allo spettacolo «Il Letto Ovale» c’è il perfetto meccanismo comico, caratterizzato da un intreccio di tradimenti, equivoci e incomprensioni, originate da una lettera d’amore finita nelle mani sbagliate. È un succedersi di colpi di scena intorno ad un letto ovale (che dà il titolo alla commedia) con un ritmo pressante che di continuo ribalta le carte in tavola.

Per la giuria la compagnia è risultata omogenea, nel senso che gli attori hanno dimostrato di essere affiatati tra loro, con una recitazione vivace, espressiva, completa, per intonazione e gestualità. Il ritmo è stato sostenuto anche dai movimenti di scena che hanno contribuito ad appassionare il pubblico. È stato segnalato poi il valore della scenografia, che ha contribuito a rendere lo spettacolo di impatto e si è ben integrata con l’atmosfera della commedia. Per quanto riguarda il premio al “miglior attore non protagonista”, assegnato a Tommaso Mascherucci, va sottolineata la forza e la capacità di emergere nella recitazione tra i tanti attori in rassegna, che è frutto di doti personali arricchite dallo studio e dal lavoro che Mascherucci da molti anni porta avanti al Teatro Vittoria di Roma con la Compagnia “Attori & Tecnici”.

Print Friendly, PDF & Email