Presidio di Radio Città Aperta davanti alla Regione Lazio

0
936
radio_citta_aperta_sit_in_regione_lazio
Presidio di Radio Città Aperta davanti alla sede della Regione Lazio
radio_citta_aperta_sit_in_regione_lazio
Presidio di Radio Città Aperta davanti alla sede della Regione Lazio

Radio Città Aperta, da martedi 25 Marzo alle ore 12, ha iniziato un presidio permanente alla Regione Lazio in piazza Oderico da Pordenone 15.  Motivo della protesta è il mancato rinnovo della convenzione della diretta radiofonica del Consiglio Regionale. Fin dagli anni’90 la convenzione è stata sempre rinnovata da tutti i consigli mentre, questa volta, non è stato cosi. Radio città aperta, la cui responsabilità dipende direttamente dall’Ufficio Presidenza, dopo la scadenza della convenzione avvenuta il 31/12/2012, ha atteso le elezioni per richiedere un incontro con il Presidente del consiglio regionale Daniele Leodori dal quale la Radio dichiara di non aver ricevuto ancora nessuna risposta. Per il rinnovo della convenzione, dalla precedente giunta Polverini, erano stati tagliati già il 50% dei fondi a cui oggi si aggiunge una proposta di  un ulteriore taglio del 25% da parte dei lavoratori di Radio Città Aperta per tentare una mediazione e poter continuare ad offrire un servizio di informazione  chiaro e trasparente ai cittadini della Regione Lazio. Fino ad oggi neppure a questa proposta sono arrivate risposte. Secondo i vertici della Regione Lazio basterebbe lo streaming per informare i cittadini ma Radio Città Aperta si ribella a questa posizione, convinti che il loro servizio di diretta integrale sia indispensabile per garantire un’informazione completa ai cittadini laziali. Pochi i media che ne parlano, molti invece i cittadini che dimostrano solidarietà ai lavoratori della Radio e numerosi anche i consiglieri, di tutte le fazioni, che sostengono la protesta e che per questo  hanno inviato anche una lettera formale di solidarietà. Radio Città Aperta (stazione 88.9) sta proseguendo il servizio a spese dei dipendenti, senza alcun contributo della Regione, perché considerato un servizio pubblico fondamentale che non può essere lasciato morire così dopo molti anni di attività.

 

Radio Città aperta chiede quindi al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e al Presidente del Consiglio Regionale, Daniele Leodori, di ripristinare la convenzione che per molti anni ha garantito ai cittadini laziali un servizio imparziale e professionale riconosciuto da tutte le passate Amministrazioni regionali di ogni colore politico.

 

Per chi volesse, è attiva una petizione on line al seguente link:

 

https://www.change.org/it/petizioni/nicola-zingaretti-informazione-e-trasparenza-costo-o-bene-comune-ripristinate-la-convenzione-con-radio-città-aperta-per-la-diretta-delle-sedute-del-consiglio-regionale

 

Print Friendly, PDF & Email