Primarie Pd Grottaferrata, Broccatelli incontra il sociale a Capodarco

0
639
broccatelli
Alessandro Broccatelli

POLITICA – Capodarco ore 18:00 incontro per costruire insieme un programma sul  Sociale e  la Cultura con il candidato sindaco alle primarie del centro sinistra Alessandro Broccatelli, un folto pubblico ha arricchito la serata. Parterre di tutto rispetto, con  la Prof.ssa Patrizia Caviòn, che ha saputo tessere  la vicinanza dei due temi Sociale e Cultura sottolineando il carattere e la necessità dell’inclusione sociale, presentando di seguito tutti i relatori. E’ stata così la volta di  Eugenio Patanè, consigliere e presidente della commissione cultura della Regione Lazio che ha parlato dello sviluppo concreto dell’aspetto culturale della nostra Regione e dell’importanza delle ricadute occupazionali provenienti da un uso attento delle risorse pubbliche nella Cultura così come dimostrato dagli interventi finanziari effettuati verso l’industria Cinematografica presente nel Lazio e verso il recupero dell’iniziativa teatrale proveniente soprattutto dai territori  come quello di Grottaferrata, realtà fondamentali dal punto di vista artistico che arricchiscono il vasto panorama culturale del Lazio, iniziative ha affermato Patanè che “devono essere protette e soprattutto valorizzate”.

E’ stata poi la volta di Giovanni Cariani, noto demografo, il cui contributo ha sottolineato l’importanza della presenza di molti dati statistici nei Comuni che se trattati con la dovuta sensibilità tecnica, conducono all’indirizzo corretto della scelta politica amministrativa orientandola strategicamente verso quelle fasce della popolazione residente concretamente presenti  sul territorio. L’analisi è stata chiaramente suffragata da dati sulle fasce d’età presenti nel Comune di Grottaferrata che hanno evidenziato immediatamente al pubblico gli interventi futuri .

Dopo di lui l’intervento di Maria Giuseppa Elmo, già assessore ai Servizi Sociali, che ha illustrato alla platea le risorse comunali e sovra comunali impegnate dal Comune nell’anno 2012, (1.800.000,00 Comunali c.a. 700.000,00 c.a. altri Enti), e, soprattutto ha evidenziato i singoli programmi e progetti verso cui  le risorse sono state destinate,nelle conclusione la Elmo ha espresso la necessità di razionalizzare le risorse e togliere i legacci amministrativi al fine di continuare e sviluppare le politiche sociali sino ad oggi attuate dall’Amministrazione .

A conclusione gli interventi di: Carlo De Angelis, responsabile del consorzio A. Bastiani e capofila, ATS per la Bazzica che ha sottolineato quanto importante sia il recupero di questo bene sottratto alla mafia, che potrà vedere la luce per gradi, grazie anche ovviamente ai fondi regionali, strizzando un occhio proprio al consigliere Patanè presente, e, infine quello di Sandra Mecozzi presidente del centro socio culturale di Grottaferrata che ha illustrato le molteplici realtà associative (circa 50) presenti nella cittadina criptense, e l’importanza che queste rivestono nella caratterizzazione di Grottaferrata,  la necessità di spazi adeguati che consentano loro non solo di svolgere le proprie attività ma di essere allocate in una sede che consenta quell’aggregazione sociale indispensabile alla comunità di Grottaferrata  vocata da sempre alla Cultura in particolare a quella del Libro .

 

 

 

 

 

 

 

A conclusione dell’incontro l’intervento del candidato Alessandro Broccatelli, in un breve discorso ha ringraziato i suoi ospiti per i contributi forniti  e quanti intervenuti. “Il Sociale tramite il recupero della Bazzica e la riapertura – ha detto Broccatelli – già da giugno dell’ex Biblioteca come autentico centro culturale per la Cultura saranno due obiettivi concreti del fare e non del promettere” che il candidato Broccatelli ha evidenziato insieme al metodo partecipativo di approccio alle problematiche come dimostrato dall’incontro stesso . “Il confronto con gli operatori del sociale e della cultura, – ha continuato – la progettazione suffragata dai dati esistenti e non campati per aria, come nuovo metodo  di approccio alla scelta politico amministrativa”.

“Non credo che i nostri competitor stiano facendo il lavoro che facciamo noi per informare la popolazione del lavoro svolto e di quello da fare organizzando incontri come questo, siamo alla vigilia di una votazione, quella delle primarie, importantissima che darà la possibilità di scegliere il candidato sindaco per il centro sinistra, proprio per questo motivo la scelta deve essere fatta in base alla persona che si ritiene più preparata sia ad affrontare una campagna elettorale contro le forze avversarie, sia a diventare primo cittadino della nostra città. Se si comprende appieno il lavoro che stiamo facendo e soprattutto quello che abbiamo intenzione  di fare – ha concluso Broccatelli – il 9 marzo il segno che bisogna mettere sulla scheda delle primarie sarà più convinto perché avremo la sicurezza di aver fatto la scelta più giusta”.

Print Friendly, PDF & Email