Primo consiglio metropolitano in video conferenza il 30 aprile

Ne da notizia il consigliere metropolitano Borelli: "Un po' primo giorno di scuola per qualcuno, alle prese con uno strumento non proprio agevole"

0
163
piano_periferie
Piano Periferie

Ne da notizia il consigliere metropolitano Borelli: “Un po’ primo giorno di scuola per qualcuno, alle prese con uno strumento non proprio agevole”

“Si è tenuto giovedì 30 aprile  il primo Consiglio Metropolitano in video conferenza. Un po’ primo giorno di scuola per qualcuno, alle prese con uno strumento non proprio agevole, che infatti ha creato qualche difficoltà nelle votazioni. Infatti ho chiesto che vada utilizzato solo per le situazioni  eccezionali, come quella che purtroppo tutti noi stiamo vivendo. La politica vive anche di comunicazione non verbale, della possibilità di un civile scambio di opinioni anche gestuali. Il video toglie tutto ciò, lasciando ogni Consigliere da solo di fronte ad uno schermo, suddiviso in tanti piccoli rettangoli, con volti che sembrano tutti uguali. Tra i vari atti in discussione, abbiamo approvato lo schema di Convenzione tra la Città metropolitana ed alcuni Comuni, relativo al Progetto ammesso al finanziamento sul Bando delle periferie. Si tratta di una modifica ad un atto già approvato, che in seguito alla sospensione del Governo precedente, poi corretta, si è dovuto aggiornare. Tra gli interventi che fanno parte del progetto vi sono quelli di riqualificazione urbana, potenziamento e messa in sicurezza delle infrastrutture viarie sulla SP  Ardeatina, della stazione di Santa Palomba  ed il progetto di riqualificazione della SP Laurentina dal G.R.A. al confine del Comune di Roma. Si tratta di interventi importanti per tutto il quadrante litoraneo e a sud di Roma. Sono arterie che ogni giorno sopportano grandi flussi di traffico pendolare e di traffico pesante verso gli insediamenti industriali. Il loro potenziamento e sistemazione non può che aiutare la mobilità dei cittadini che le utilizzano, dentro un quadro che deve trovare altre soluzioni, sopratutto verso un trasporto che non sia solo su gomma. E’ uno dei temi, quello della mobilità sostenibile e quella su scala sovracomunale, che dobbiamo affrontare come area omogenea, più Amministrazioni insieme e non in ordine sparso. Un primo passo è stato fatto in un convegno ad Ariccia di qualche mese fa, ma occorre ripartire. E subito”. Così, in una nota, il Consigliere Metropolitano Massimiliano Borelli

Print Friendly, PDF & Email