Pro Calcio Cecchina fuori dalla Coppa Lazio

0
879
procalcio
Pro Calcio Cecchina
procalcio
Pro Calcio Cecchina

Mercoledì 9 Novembre, si giocavano le gare di ritorno valide per l’ accesso ai quarti della Coppa Lazio. Anche i ragazzi di Mr. Patrizi, dopo aver vinto 2-1 all’andata, affrontavano il città di Sonnino, fuori casa. “Si inizia, e sin da subito – dichiarano in una nota dalla società del Pro Calcio Ceccchina – comincia un vero e proprio show, da parte del Sig. Waldmann di Frosinone, direttore di gara. Sin dal primo tempo, infatti, da una parte e dall’altra, quando meno te lo aspetti, fischiava dei falli di gioco, a dire la verità molto dubbi. Al di là di ciò, nel primo tempo, dopo i canonici 10 minuti di studio, è solo ASD PRO CALCIO CECCHINA. Tra il 20° ed il 25° circa, su un calcio d’angolo battuto corto, Borelli, dopo una serpentina ubriacante di Massara, gonfia la rete, portando meritatamente in vantaggio la A.S.D PRO CALCIO CECCHINA. Neanche il tempo di esultare che, in due occasioni, i ragazzi castellani mancano clamorosamente il raddoppio con Demetrio prima (tiro a giro che si stampa sulla traversa) e Spinosa poi ( conclusione a botta sicura del numero 9 salvata sulla linea da un difensore). Termina così, senza grandi problemi la prima frazione di gioco. Con la squadra castellana – continua la nota del Pro Calcio – in vantaggio, ma priva dell’assistente di parte dell’arbitro, allontanato da quest’ultimo già nei minuti iniziali del primo tempo. Inizia la ripresa, ed i segnali di un arbitro in confusione diventano realtà. Al quinto della ripresa, infatti, azione del Città di Sonnino che porta al tiro un giocatore, a marcarlo c’è Costantini, che con le mani ATTACCATE al corpo e SENZA VOLONTARIETA’, secondo l’arbitro tocca il pallone con la mano. Rigore, e conseguente parità. I ragazzi castellani, sembrano aver accusato, e quasi nell’immediato, in una mischia in area il Sonnino si porta in vantaggio. La ASD PRO CALCIO CECCHINA, però, è viva e reagisce. Immediato ribaltamento di fronte, tocco di mano netto – aggiungono dal Pro Calcio – al limite dell’area di rigore del difensore di casa e l’arbitro lascia incredibilmente proseguire, espellendo, per di più, il Mister ed il massaggiatore dell’ A.S.D PRO CALCIO CECCHINA, rei di aver aperto per la prima volta bocca, chiedendo spiegazioni sulla decisione molto dubbia. Mentre il finale sembrava essere quello della lotteria dei rigori … L’improvvisa ed inaspettata doccia fredda… L’arbitro espelle nel giro di 10 minuti Colagrossi e Dezi dal campo (entrambi per doppia ammonizione) e dalla panchina il difensore Sementilli, “consegnando” su una ripartenza il gol della consacrazione al città di Sonnino. Termina così, tra rimpianti ma soprattutto recriminazioni, l’avventura in Coppa Lazio della A.s.d. Pro Calcio Cecchina” conclude la nota della società cecchinese.

Print Friendly, PDF & Email