Problema piccioni, come allontanarli dal tetto di casa?

Problema piccioni: come allontanarli dal tetto di casa? Tutte le info utili con i metodi per contenere l'invasione di questi uccelli nelle nostre città

0
47
piccioni
Piccioni

Problema piccioni: come allontanarli dal tetto di casa?

Le nostre città sono sempre più invase da piccioni e altri volatili che trovano cibo in abbondanza e sporcano monumenti, tetti e altre superfici. Ormai la pulizia dal guano rappresenta una spesa fissa nei bilanci comunali, ma anche i privati hanno il loro ben da fare per tenere pulite le proprie abitazioni. Per questo sono state pensate e adottate un gran numero di contromisure al problema più o meno efficaci. 

Scovolini per le grondaie, spuntoni, dissuasori acustici, oggetti che riflettono, fantocci e spaventapasseri, rimedi naturali, veleno e altre sostanze chimiche. Tutte possibili soluzioni contro il problema dei piccioni, e del loro guano. Abbiamo testato alcune di queste opzioni in un ambiente infestato e prodotto una lista di pro e contro sull’efficacia di ognuno di questi. 

Scovolini per grondaie

Dei tanti rimedi che si trovano in rete per allontanare i piccioni gli scovolini per le grondaie sono tra i meno conosciuti (qui si può approfondire l’argomento con un tutorial). Si tratta di grossi spazzoloni formati da una fila di setole semi rigide che si adagia lungo tutto il canale della grondaia. Infatti il principale scopo di questo strumento è quello di non far cascare fogliame e altri residui nelle grondaia, infatti tutto questo materiale organico fa a incastrarsi tra le setole, poi va degradando fino a che i suoi pezzi leggeri vengono portati via dal vento. Il tutto mentre l’acqua continua a scorrere libera da ostruzioni. 

Di buono c’è anche che i piccioni, che amano rintanarsi nelle grondaie e farci il nido, sono costretti ad allontanarsi dalla grondaia, anche se le setole non li feriscono ma semplicemente non gli forniscono un appiglio stabile. Da un lato è una buona soluzione per scacciare i piccioni dal tetto, ma se il problema è esteso in altre parti bisogna ricorrere almeno a un’altra opzione. 

Dissuasori metallici 

Il concetto è pressoché lo stesso: funzionano ma sono limitati alla zona di posizionamento. Certo il piccione ne ha paura poiché ne viene punto e quindi non vi si avvicina, ma gli basta cercarsi un altro punto di appoggio. Ma questo non è il vero problema: esteticamente questa soluzione non è il massimo, gli spuntoni e le borchie che compongono questi dissuasori non sono belli da vedere poggiati sulle finestre o sulle ringhiere dei balconi. Per di più non permetterebbero neanche a noi di poterci poggiare. Il consiglio in questo caso è pensare a questa soluzione solo se dobbiamo coprire parti alte come comignoli o le architravi di porte e finestre, posizioni in cui questi elementi non daranno fastidio. 

Dissuasori acustici

Secondo il test che abbiamo effettuato i dissuasori acustici non sono particolarmente efficaci per i piccioni. Sostanzialmente questi sistemi funzionano tramite la diffusione di un segnale ad alta frequenza, impercettibile all’orecchio umano ma udibile dai volatili che se ne dovrebbero allontanare. Questo avviene in un primo momento, l’impressione è che poi i piccioni sviluppino una sorta di assuefazione a questo rumore e tornino a riappropriasi dello spazio. Se a questo uniamo il costo del prodotto in se, della ricarica visto che si tratta di dispositivi elettrici, possiamo dire che questa non è certo la soluzione più indicata. 

Oggetti che riflettono

Sul mercato si trova un’ampia varietà di questi oggetti, dal nastro catarifrangente a veri e propri pannelli. Spesso si usano anche dei vecchi cd rom per dare questo riflesso, ma in realtà i piccioni non ne sembrano particolarmente colpiti. Secondo il nostro esperimento questo espediente non ha prodotto risultato alcuno, ma sul web si trovano numerosi commenti favorevoli. Di sicuro si tratta della soluzione più economica, addirittura fai da te. Magari nel caso si voglia allontanare i volativi da un semplice balcone o una finestra questo può essere un possibile tentativo, ma senza riporvi troppa fiducia.   

Fantocci e spaventapasseri

I piccioni sono spaventati da queste sagome che sembrano occupare il loro spazio, così come non si avvicinerebbero se ci foste voi sul balcone allo stesso modo non lo fanno nemmeno con i manichini. I più discreti sono i finti corvi, figure nere che alla distanza possono sembrare volatili più grandi e voraci dei piccioni. Il problema è che gradualmente i piccioni stazionari dell’isolato comprendono che quello è un oggetto inanimato e per questo cominciano a ignorarlo completamente. Quindi anche questa soluzione è sconsigliata. 

Rimedi naturali

Non abbiamo avuto modo di provare una delle tante misture che in teoria dovrebbero scacciare i piccioni, su tutte cannella e pepe. Non è chiaro se queste polveri dovrebbero essere cosparse, messe in un sacchetto o poste in altro modo. Soprattutto ci sembra un rimedio piuttosto faticoso se consideriamo che queste polveri andranno vie con la pioggia o comunque andranno cambiate poiché perderanno l’aroma. Questo rimedio non sembra affatto efficace. 

Veleno e altre sostanze chimiche

Il veleno ovviamente non ha fatto parte del nostro esperimento poiché non era nostra intenzione far del male ai piccioni, per questo ne sconsigliamo a tutti l’utilizzo. Esistono però degli spray repellenti che almeno nel breve termine sembrano avere una certa efficacia. Il difetto di questa soluzione è che questo spray andrà ricomprato più volte e il suo effetto sarà sempre legato a un limitato lasso di tempo. Ciò nonostante per allontanare i piccioni da una semplice finestra, senza montare antiestetici dissuasori, ci sembra la soluzione più comoda e veloce. 

Print Friendly, PDF & Email