Le proposte del Carpfishing Castelli Romani, parla Angelo Cardullo

0
2877
cardullo
Angelo Cardullo Presidente Carpfishing Castelli Romani
cardullo
Angelo Cardullo Presidente Carpfishing Castelli Romani

Sono riemerse polemiche e scontri negli ultimi giorni attorno alle rive del Lago Albano: abbiamo ascoltato le ragioni del Sig. Angelo Cardullo, Presidente dell’Associazione Carpfishing Castelli Romani.

Ci spiega il suo punto di vista sui fatti accaduti negli scorsi giorni sulle rive del Lago Albano?

“Be’ innanzitutto diciamo che e’ un episodio gravissimo da condannare assolutamente. Cio’ che e’ accaduto iniziamo con il dire che non e’ da attribuire assolutamente ai pescatori e tantomeno ai pescatori che utilizzano la tecnica del carpfishing è un episodio di inciviltà. Non esistono bande che si contrappongono per la conquista delle grosse carpe, non e’ il nostro mondo, non e’ cio’ che ci dice la nostra etica e il nostro sport, amiamo le carpe come qualsiasi altra persona ama il proprio animale. Pero’ devo anche dire che ultimamente il comune di castel gandolfo, la provincia di roma e l’ente parco dei castelli romani sulla gestione in toto del bacino e’ quanto meno assente. Il lago e’ abbandonato a se stesso, sporcizia, degrado, abusivismo, mal gestione delle sponde, regolamentazioni assenti e tanti altri motivi portano, purtroppo la gente stessa a pensare che possano usare il lago come fosse casa loro, e da qui evidentemente litigi e ripicche varie”.

Cosa chiedete alle istituzioni ed alle autorità preposte?

“Ovviamente chiedo di riqualificare quello splendore del lago di albano, per quanto riguarda tutti i problemi sopra citati, per quanto riguarda me, che sono il presidente del carpfishing castelli romani, chiedo di regolamentare la nostra disciplina, applicare controlli serrati alle licenze e non permettere ai pescatori di frodo o a chi utilizza le reti ( abusive ) di farla da padrone. Noi chiediamo delle regole, siamo piu’ che pronti a rispettarle”.

Quali secondo voi le iniziative e le proposte per migliorare la risorsa del Lago?

“Le proposte per quanto riguarda la nostra disciplina sono da piu’ di due anni depositate nella macchina burocratica del comune di Castel gandolfo, abbiamo parlato piu’ volte con il sindaco milvia monachesi che si era resa disponibile a portare avanti le nostre proposte, convenienti soprattutto a loro, ma nulla la lotta interna tra commercianti, ristoratori, e istituzioni ha bloccato tutto. Noi chiediamo un tavolo dal quale escano finalmente delle regole utili per tutti. In primavera vorremmo organizzare un grande evento mediatico che coinvolga tutte le associazioni sportive, tutte le istituzioni, tutte le testate giornalistiche che vogliono il bene del lago, ovviamente trattando tutti i problemi, non solo il carpfishing. Il lago è la nostra casa non la calpesteremo mai”.lo

Print Friendly, PDF & Email