Pucci chiede indennizzo dopo l’interruzione del servizio idrico a Rocca Priora

0
780
Rocca Priora Municipio
Comune di Rocca Priora
Rocca Priora Municipio
Comune di Rocca Priora

L’emergenza idrica che ha colpito il territorio di Rocca Priora nella prima metà di Gennaio ha causato numerosi disagi con centinaia di utenze non servite e una situazione di continuo disservizio idrico. Dopo la lettera indirizzata dal Sindaco ad Acea Ato 2, al Prefetto e all’“Autorità per l’Energia Elettrica, Gas e Sistema idrico”, in data 19 Gennaio è arrivata la risposta proprio da parte dell’“Autorità”. “Nella lettera, Acea viene intimata a verificare il merito del reclamo del Comune di Rocca Priora alla luce della normativa, del Regolamento di Utenza e della Carta dei Servizi in vigore – spiega il Sindaco di Rocca Priora, Damiano Pucci. – L’“Autorità”, inoltre, chiede ad Acea quali siano state le misure adottate per la soluzione delle criticità e se ricorrano i presupposti per riconoscere un indennizzo agli utenti coinvolti dai disservizi. Questo passaggio è importante perché entro 20 giorni lavorativi aspettiamo che Acea prenda una posizione precisa dopo i disagi che ha provocato”. Nella scorsa settimana i disservizi idrici hanno portato l’Amministrazione comunale ad un’apertura straordinaria dei servizi igienico-sanitari della struttura sportiva Monte Fiore, attivando, inoltre, una ricarica dei serbatoi per quelle abitazioni rimaste senza acqua. “Abbiamo scritto all’Autorità denunciando non solo i disagi ma anche la carenza nella comunicazione da parte di Acea – aggiunge l’Assessore ai Lavori pubblici di Rocca Priora, Claudio Fatelli. – La zona dei Piani di Caiano era completamente priva di acqua da una settimana: un livello esasperante per famiglie, disabili ed anziani. Ci aspettiamo che l’interessamento dell’“Autorità” induca il Gestore a predisporre quegli accorgimenti e quegli investimenti necessari a scongiurare il ripetersi di tali situazioni critiche”.

Print Friendly, PDF & Email