Quando lo sport insegna a vivere

0
1385
scuolakarateshotokan
Scuola Karate Shotokan
scuolakarateshotokan
Scuola Karate Shotokan

Il nome di Stefano Travaglini, sconosciuto ai più, viene associato immediatamente alla parola “Maestro” da coloro che negli ultimi anni hanno praticato Karate ai Castelli Romani, ma ultimamente, e per coloro che lo hanno conosciuto, il Maestro Stefano é molto di più. Sembra, infatti, che da lui sia sorta all’improvviso, ed in meno di un anno, una Onlus dall’iconico nome di “AMS-amicizia, musica e sport”. Ed è, questa Onlus, non poco attiva, tanto da arrivare, il 21 Dicembre dell’appena trascorso 2016, ad occupare il Teatro del liceo James Joyce e la cittadinanza di Ariccia in un concerto di beneficenza dai numeri non indifferenti, ma soprattutto stupefacente per l’abbracciare davvero persone con ogni tipo di problema è disabilità, rese partecipi ed aiutate ad esprimersi. Cosa c’è, però, di tanto straordinario in tale organizzazione e nel suo fondatore? C’é la storia di Stefano Travaglini, ma soprattutto quel che gli è accaduto, il lutto familiare che lo ha spinto ad impegnarsi in modo così attivo. AMS sono anche Anna, Matteo e Samuele, l’intera famiglia di Stefano deceduta in un incidente, ma più che mai viva nell’impegno di un uomo che si é attirato consenso unanime in chi lo conosce scegliendo non di abbattersi, ma quanto più rifiorire. Più che amicizia e musica, in ogni caso, a segnare il nome di Stefano, Maestro Specializzato di Karate di grado Sesto Dan, è certamente questo sport, che, iniziato a praticare nel 1975, lo porta a riscuotere di persona numerosi successi in Azzurro, per poi, dopo essere diventato Maestro nel 1996, ottenerne ancor più come Tecnico Sportivo, come riconosciutogli anche dal CONI prima nel 2010, con il conferimento della Palma di Bronzo al Merito Sportivo, poi nel 2014, con la Palma d’Oro.

letteraconi
Lettera Coni a Stefano Travaglini

Un nome, insomma, legato al Karate in ambito internazionale, oltre che locale, in quanto attualmente Direttore Tecnico delle A.S.D. AresKarate Roma, A.S.D. Fuji Yama Velletri, e della A.S.D. System Fitness. A chi non ha mai avuto legami con le Arti Marziali tutto ciò può suonare poco interessante, a chi non ha simpatia con le Onlus quanto riportato sopra potrebbe apparire distante o eccessivo, di certo, però, l’unione di una tanto rapida ascesa umanitaria e di un considerevole merito sportivo in una sola persona dovrebbe apparire quantomeno degno di nota. Merito della persona, certo, merito delle sue scelte, ma la “S” di sport, in AMS, è difficilmente trascurabile. E quindi, che si debba o no imputare ogni cosa allo sport, a chi scrive, che al Karate non è estraneo ma certo non lo conosce a fondo, appare utile citare una frase del Maestro giapponese Funakoshi: “Come la superficie di uno specchio riflette qualunque cosa le stia davanti, così il karateka deve rendere vuota la sua mente da egoismo e debolezze, nello sforzo di reagire adeguatamente a tutto ciò che potrebbe incontrare”. Che Stefano Travaglini abbia reagito adeguatamente, spero che non ci sia ragione di dubitare. Così come di aver appena adocchiato una storia non bella, ma dallo splendido esito.

onlusams
Onlus A.M.S.
Print Friendly, PDF & Email