Rapo passa al Pd, dubbi dei Comunisti sulle motivazioni politiche

0
885
marco_rapo
Marco Rapo
Marco Rapo
Marco Rapo – Pd Marino

“Due punti sono alla base della scelta politica annunciata da Marco Rapo – dichiara in una nota il segretario del Pdci marinese Maurizio Aversa – e da altri dieci firmatari che testimoniano il passaggio da Azione Cittadina al Partito Democratico a Marino: il primo, in sostanza dice che per realizzare una discontinuità amministrativa – perseguita da Az Cit – non sono state sufficienti le forze e occorre qualche forza più di peso; il secondo, viene racchiuso nella iniziativa nazionale (vincente) di Renzi (sia capo del Governo che capo del PD) che persegue il bipolarismo secco.

Ecco, proprio queste due motivazioni, pur se legittime, non sono affatto condivisibili – continua Aversa – da noi comunisti. Non è condivisibile che si avvicini alla politica un notevole numero di persone per poi lasciarle “orfane” se non condividono la scelta partitica del capo.

Tanto meno è condivisibile, per chi ha militato non in partiti giganti, l’assuefazione logico-politica al renzismo maggioritario e bipolarista solo perché ritenuto “vincente”. Ma siamo sicuri che a Marino l’aria che tira tra i cittadini sia quella del voto europeo e non quella delle regionali in Emilia e Calabria? Si sappia che lì, nella drammaticità dell’astensionismo, si sono affermati anche programmi, eletti, quindi successi delle forze di sinistra, dei comunisti. Per il resto, come è uso tra persone che si rispettano, auguriamo buon lavoro – conclude Aversa – nel nuovo Partito Democratico marinese che avrà anche il contributo importante di Marco Rapo”.

Print Friendly, PDF & Email