Referendum 17 aprile, Comune Marino rende note le agevolazioni tariffarie per viaggi

0
1095
santamariadellemolemarino
Chiesa di Santa Maria Delle Mole di Marino
Boville di Marino
Chiesa di Santa Maria Delle Mole di Marino

Agevolazioni per i viaggi ferroviari, via mare e con il mezzo aereo.

Le indicazioni del Ministero dell’Interno per le Consultazioni referendarie del 17 aprile 2016.

Gli elettori che in occasione delle consultazioni referendarie si recheranno nel proprio comune di iscrizione elettorale per esercitarvi il diritto di voto potranno usufruire delle agevolazioni tariffarie, come previsto dalla Circolare del Ministero dell’Interno n. 13 del 22 marzo 2016, sia per i viaggi in treno, sia per quelli via mare che per aereo.

Per quanto riguarda i viaggi in treno le agevolazioni (generalmente si tratta di riduzioni del 60% su alcune tariffe ben precisate) si applicano sia agli elettori residenti nel territorio nazionale che agli elettori provenienti dall’estero e vengono concesse dietro esibizione della tessera elettorale (o della cartolina-avviso o della dichiarazione delle Autorità consolari italiane per i provenienti dall’estero) e di un documento di identità. Per il ritorno l’elettore dovrà comunque esibire la tessera elettorale regolarmente vidimata col bollo della sezione e la data di votazione oppure di un’apposita dichiarazione rilasciata dal presidente del seggio che attesti l’avvenuta votazione.

I biglietti ferroviari hanno un periodo di utilizzazione valido per venti giorni. L’andata non può essere effettuata prima dell’8 aprile 2016 e il ritorno oltre il 27 aprile 2016.

Gli elettori provenienti dall’estero potranno effettuare il viaggio di andata al massimo un mese prima del giorno di apertura del seggio elettorale e quello di ritorno al massimo un mese dopo la chiusura del seggio stesso.

Per ogni altro chiarimento più specifico si rimanda al sito www.trenitalia.com nella Sezione Informazioni per quanto attiene la Società TRENITALIA SPA, sul sito www.italotreno.it per quanto attiene la Società NUOVO TRASPORTO VIAGGIATORI SPA (NTV) e sul sito www.trenord.it per la Società TRENORD SRL operante in Lombardia..

A chi effettua il viaggio via mare la Società Compagnia Italiana di Navigazione SPA accorderà in territorio nazionale le consuete agevolazioni sia agli elettori residenti in Italia sia a quelli provenienti dall’estero. In media si tratta sempre di una riduzione del 60% sulla Tariffa ordinaria residenti, salvo che la tariffa elettori sia più favorevole.

L’agevolazione si applica in prima e seconda classe (cabina, passaggio “ponte” e “poltrona”) ed è valida venti giorni. Ulteriori agevolazioni verranno assicurate dalla Società Compagnia delle Isole SPA per la Sicilia e le isole minori.

Chi risiede all’estero negli Stati con cui l’Italia non intrattiene relazioni diplomatiche, nonché negli Stati in cui la situazione politica o sociale non garantisce neanche temporaneamente che l’esercizio del voto per corrispondenza si svolga in condizioni di eguaglianza, di libertà e di segretezza, ovvero che nessun pregiudizio possa derivare per il posto di lavoro e per i diritti individuali degli elettori e degli altri cittadini italiani in conseguenza della loro partecipazione a tutte le attività previste dalla legge n. 459/01, ha diritto – presentando apposita istanza anche all’ufficio consolare di uno degli Stati limitrofi – ad ottenere il rimborso del 75% del costo del biglietto di viaggio stesso, riferito alla seconda classe per il trasporto ferroviario (o marittimo) oppure riferito alla classe turistica per il trasporto aereo.

Ulteriori agevolazioni viaggi aerei e in auto per elettori in occasione del Referendum popolare del 17 aprile 2016

Gli elettori che vorranno spostarsi in aereo per esercitare il diritto di voto sia per le consultazioni referendarie potranno usufruire di agevolazioni di viaggio.

La Prefettura di Roma rende noto – attraverso la circolare n. 28/2016 del 7 aprile 2016 – che il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali-Direzione Centrale dei Servizi Elettorali del Ministero dell’Interno con la Circolare n. 17 del 5 aprile 2016 introduce un’ulteriore agevolazione di viaggio (che va ad aggiungersi a quelle già previste per i viaggi in treno e via mare), nella misura del 40 per centro, per l’acquisto del biglietto aereo di andata alla sede elettorale di iscrizione e ritorno. L’importo massimo rimborsabile non può essere superiore ai 40 euro per il viaggio di andata e ritorno per ogni elettore.

Fra le società di navigazione aerea interpellate al riguardo Alitalia Spa si è resa disponibile ad offrire agevolazioni tariffarie si applicheranno solo ai biglietti rilasciati per viaggi effettuati sul territorio nazionale ad esclusione delle tratte in continuità territoriale (Sardegna), delle tratte in code share con altri vettori e dei voli dove sono applicate tariffe promozionali.

Per usufruire delle agevolazioni di cui sopra l’elettore dovrà presentare al check-in e/o imbarco, oltre al biglietto di viaggio, la tessera elettorale o, in mancanza di essa, per il solo viaggio di andata una dichiarazione sostitutiva ai sensi degli articoli 45 e 48 del T.U. n. 445/2000; al ritorno l’elettore dovrà comunque esibire la tessera elettorale regolarmente vidimata dalla sezione elettorale recante la data di votazione.

I documenti di viaggio per l’andata hanno un periodo di validità di sette giorni antecedenti la data della consultazione e sino a sette giorni successivi alla data di chiusura delle operazioni di votazione per il ritorno.

Ulteriori informazioni potranno essere richieste presso le compagnie aeree ALITALIA sul sito www.alitalia.com

Buone notizie anche per chi viaggia in auto: l’A.I.S.C.A.T. (Associazione Italiana Società Autostrade e Trafori) ha comunicato la gratuità del pedaggio, sia per l’andata che per il ritorno, per i soli elettori italiani residenti all’estero che verrà accordata con le consuete modalità su tutta la rete nazionale con esclusione delle autostrade controllate con sistema di esenzione di tipo “aperto” sia per il viaggio di raggiungimento del seggio che per quello di ritorno.

Gli interessati dovranno esibire direttamente presso il casello autostradale idonea documentazione elettorale e un documento di riconoscimento e, al ritorno, la tessera elettorale personale munita del bollo della sezione presso la quale hanno votato.

Le agevolazioni di cui sopra saranno accordate, per il viaggio di andata, dalle ore 22,00 del quinto giorno antecedente il giorno d’inizio delle operazioni di votazione e, per il viaggio di ritorno, fino alle ore 22,00 del quinto giorno successivo a quello di chiusura delle operazioni di votazione.

Marino, 8 aprile 2016

Print Friendly, PDF & Email