Report su progetto innovazione tecnologica della Comunità Montana

0
683
Progetto Ict
Report progetto Ict Comunità Montana Castelli Romani
Progetto Ict
Report progetto Ict Comunità Montana Castelli Romani

APPUNTAMENTI – Presentato lo scorso Luglio, il progetto “GESTIONE ASSOCIATA NEL SETTORE DELLE ICT”, sta entrando ora nella fase operativa.

Martedì 3 dicembre alle ore 15.30 presso l’aula consiliare della Comunità Montana sarà presentato il report sullo stato di attuazione delle ICT nei tredici comuni.

Lo studio è stato effettuato dagli esperti della LAIT SPA la società che lavora con la Regione Lazio per assicurare la governance dei processi di informatizzazione della pubblica amministrazione.

All’incontro parteciperanno i sindaci, i segretari comunali e i responsabili informatici dei comuni per condividere questa prima fase fondamentale per la costruzione del progetto. Il report infatti ha come obiettivo l’individuazione di tutte le azioni in grado di ottimizzare e rendere più efficiente la gestione delle ITC nei singoli comuni, oltre a riportare alcune ipotesi di sviluppo tecnologico per migliorare i servizi attuali e futuri verso i cittadini e le imprese.

La comunità montana intende procedere all’attivazione di  questa nuova gestione associata allo scopo di sostenere le amministrazioni comunali nella loro opera di razionalizzazione delle spese di funzionamento in una situazione di evidente difficoltà a causa delle scarse risorse disponibili. Un’iniziativa dunque che permetterà la costruzione di un progetto di gestione associata nel settore delle ICT rispondendo alle esigenze informatiche degli Enti Locali del territorio garantendo una maggiore qualità, accessibilità e velocità dei servizi.

Lo sviluppo e l’applicazione delle tecnologie informatiche sul territorio – dichiara il Presidente De Righi – può trovare una concreta attuazione attraverso un ampio coordinamento. Questo progetto rappresenta senza dubbio un elemento di innovazione che lo rende ancora più competitivo e risponde soprattutto alle esigenze informatiche più volte manifestate dai nostri comuni”.

Print Friendly, PDF & Email