Restaurate le tempere murarie della Locanda Martorelli

Le tempere murarie della Locanda Martorelli tornano al loro antico splendore. Presentati al pubblico gli interventi di restauro sabato 8 giugno

0
152
restauro
Restauro tempere Locanda Martorelli

Sabato 8 giugno, nell’ambito del convegno “La Via Appia Antica e il Grand Tour tra Roma e i Colli Albani” sono stati presentati al pubblico i recenti interventi di restauro delle tempere murarie della Locanda Martorelli- Museo del Grand Tour, presenti nella sala centrale della struttura, che ha l’affaccio sulla Piazza di Corte, realizzata a metà del seicento su disegno di Gian Lorenzo Bernini. Il progetto è stato presentato alla Soprintendente, arch. Margherita Eichberg, e al funzionario ai Beni Artistici, dott.ssa Paola Lipani, dal Sindaco del Comune di Ariccia, Roberto Di Felice, dall’Archeoclub Aricino Nemorense e dall’Associazione YoCoCu (Youth in Conservation of Cultural Heritage). Gli interventi sulle tempere sono stati eseguiti dalla restauratrice dott.ssa Valeria Bruschi, laureata in Scienze dei Beni Culturali presso l’Università di Roma Tor Vergata con una tesi dedicata ai frammenti di intonaci e stucchi provenienti dalla domus delle “Terme degli stucchi dipinti” di Roma, e presso l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro (ISCR). Valeria Bruschi si è occupata del restauro dei dipinti murali provenienti da vari musei in Italia quali quello dell’opera del duomo di Orvieto, dell’Università La Sapienza di Roma, del Museo Casa Romei di Ferrara, ecc.. Prima del 2009, anno in cui la Locanda Martorelli fu affidata dal Comune di Ariccia all’Archeoclub Aricino Nemorense, al prezioso ciclo pittorico realizzato da Taddeo Kuntze, Giovan Battista Stazi e probabilmente Giovan Battista Marchetti tra il 1769 e il 1771, erano stati inferti danni antropici intenzionali che disturbavano in più punti una corretta lettura dell’opera d’arte. Grazie alla collaborazione tra l’organizzazione internazionale YOCOCU (Youth in Conservation of Cultural Heritage) e l’Archeoclub Aricino Nemorense, che da anni propone l’attività di valorizzazione e tutela della Locanda Martorelli in collaborazione con la Soprintendenza e il Comune di Ariccia, si è arrivati alla redazione di alcune proposte conservative di differente entità al fine di valorizzare al meglio i dipinti murali della Locanda Martorelli simbolo del fenomeno del Grand Tour in Italia. Il sito artistico di Ariccia vanta un apparato decorativo di alta qualità che è stato restituito al suo antico splendore ed in particolare gli interventi di restauro conservativo, realizzati grazie al contributo di Archeoclub Aricino Nemorense, hanno riguardato i riquadri dove sono raffigurate le scene “Le battaglie della Lega Latina”,  “Il culto di Artemide Diana” e  “Le cure di Asclepio”. Proprio in questi giorni a Parigi il dott. Franco Passalacqua, artista e studioso umbro, presso l’Istituto Italiano di Cultura, ha presentato filmati e progetto relativo ai  pittori plenaristi che comprende anche la proposta di tre pacchetti turistici tematici dove sono stati inseriti i Castelli Romani ed Ariccia, con il Palazzo Chigi e la Locanda Martorelli sede legale, da alcuni mesi, dell’Associazione Culturale Europea dei Viaggi di Goethe promossa da Cammini D’Europa.

Per informazioni e per conoscere gli orari di visita della Locanda Martorelli – Museo del Grand Tour:

archeoclubaricia@alice.it;

3883636502;

https://www.facebook.com/ArcheoclubAriccia.it/

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email