Rette asili nido, la coalizione di Mastrosanti spiega la manovra

Nota congiunta delle liste della coalizione civica di Frascati a sostegno di Roberto Mastrosanti sui nuovi parametri delle rette per gli asili nido comunali

0
158
palazzomarconi
Frascati Palazzo Marconi

“Lunedì 18 marzo il Consiglio Comunale ha modificato il Regolamento di gestione degli Asili Nido e dato indirizzo favorevole all’affidamento a terzi in concessione del servizio di gestione degli asili nido Pietra Porzia e Grotte Portella.

L’ Amministrazione Comunale ha ritenuto vitale per il proseguimento del servizio socio educativo dei nidi, operare una manovra che introdurrà elementi innovativi, senza pregiudicare la qualità del servizio e senza provocare tagli al personale.

La nuova tipologia contrattuale , combinata con le modifiche al Regolamento di gestione degli Asili Nido, consentirà all’Amministrazione Comunale di ridurre del 10% le rette mensile per le fasce di reddito più basse.

Questa decisione è il risultato di uno studio complesso, attento e approfondito, che ha considerato tutti i parametri necessari per raggiungere la migliore formula a garanzia degli utenti, ma anche della sostenibilità economica per l’Ente.

Siamo consapevoli che occorra una trasparente e dettagliata spiegazione di quali saranno le novità introdotte dalla manovra.

Riteniamo che la modalità in cui sono state divulgate le informazioni relative a questo passaggio, da parte di alcuni Partiti e rappresentanti dell’opposizione, sia strumentale e scorretta verso i cittadini, in particolare verso gli utenti e i dipendenti dei servizi Asili Nido.

Con grande senso di responsabilità, vogliamo quindi comunicare i dati raccolti e le operazioni adottate in fase istruttoria, che dimostrano matematicamente quanto da noi ampiamente dichiarato e spiegato in Consiglio Comunale”. Lo dichiarano in una nota congiunta i rappresentanti della coalizione delle liste civiche che sostengono l’amministrazione del Sindaco Roberto Mastrosanti.

Di seguito le relative tabelle a corredo della nota stampa sopra riportata:

“Le modifiche al Regolamento per la gestione degli Asili Nido comunali e la deliberazione approvata in C.C. per l’affidamento a terzi in concessione del servizio di gestione degli asili nido comunali, introducono le seguenti novità dall’anno educativo 2019-2020:

1.RIMODULAZIONE FASCE REDDITO

•I fascia di reddito ISEE (<20.000), diminuzione del 10%,

•II fascia di reddito ISEE (20.00-40.000), diminuzione del 10% =

•Introduzione delle fasce di reddito ISEE IV (>50.001-70.000,00) e V (>70.001,00)FASCE REDDITO UTENTI % SU TOTALE ISCRITTI TARIFFA IN VIGORE NUOVA TARIFFA I REDDITO ISEE <20.000 63 % € 300,00 € 270,00 II REDDITO ISEE (20.001-40.000) 28 % € 339,00 € 305,00 III REDDITO ISEE (>40.001-50.000) 3 % € 384,00 € 384,00 IV REDDITO ISEE (>50.001-70.000) 5 % € 384,00 € 435,00 V REDDITO ISEE (>70.001) 1 % € 384,00 € 485,00 Sarà prevista inoltre una Tariffa mensile per i non Residenti = €. 500,00 I dati storici raccolti mostrano che il 91% degli utenti appartengono alle fasce reddito I e II.

2.RIMODULAZIONE ORARIO CON COMPARTICIPAZIONE ECONOMICA DELCOMUNECon la nuova formula oraria si stima: -una riduzione annua del costo complessivo del servizio in concessione pari a € 98.473,62-una riduzione annua del costo sostenuto dal Comune pari ad € 115.041,16.Tali costi stimati potranno anche diminuire, in virtù di un ribasso d’asta, aumentando quindi la riduzione di quanto il Comune annualmente dovrà corrispondere. • Con l’attuale formula oraria, che prevede il servizio prestato tra le ore 7,30 e le ore 17,15 (9 h 15 minuti), il costo complessivo annuale stimato sarebbe di € 1.215.628 cioè € 920,93 mensili per utente.

• Con la nuova formula oraria, che prevede il servizio prestato tra le ore 7,30 e le ore 16,00
(eventualmente modificabile su proposta del Comitato di Gestione tra le ore 8,00 e le ore
16,30), per un servizio di 8 h e 30 minuti, il costo complessivo annuale stimato sarà di €
1.095.921 cioè € 830,24 mensili per utente.

− ll Concessionario potrà erogare un servizio extra timing 16,00 – 17,15, o anche oltre, su richiesta e dietro pagamento da parte degli utenti interessati. I dati storici mostrano che mediamente solo il 28% degli utenti attualmente iscritti utilizza l’orario 16,00 – 17,15.

CHE COSA CAMBIA PER GLI UTENTI ?

Fascia di reddito I e II: per queste fasce non ci saranno cambiamenti rilevanti o ci sarà addirittura un risparmio mensile. I dati storici dicono che mediamente solo il 28% degli utenti attualmente iscritti usa il servizio nell’orario 16.00 – 17,15. Facendo una proiezione, il 91% degli utenti che mediamente usufruiscono dell’orario 16.00 – 17,15 dovrebbero appartenere alle fasce I e II.

Esempio 1: Su 100 utenti, mediamente solo 28 chiederanno di usufruire dell’extra timing dalle 16.00 e le 17.15. Di questi 28, il 91% (n. 26 utenti) apparterrà alle fasce I e II di reddito, pertanto godrà della riduzione del 10% sulla tariffa, pari ad almeno € 30,00. Per 26 utenti su 28 il risparmio così ottenuto andrà a coprire il costo supplementare da sostenere per il pagamento dell’extra timing a richiesta. Studi di settore comprovano che, negli asili nido privati, un extra timing di 3 ore e 30 minuti produce mediamente un incremento di costo mensile di € 50,00 , cioè € 15,15 circa per ogni ora supplementare. Considerando che le rette mensili dei suddetti 26 utenti appartenenti alle fasce I e II di reddito diminuiranno di almeno € 30,00, questo decremento mensile potrà tranquillamente coprire il costo per 1.15 ora supplementare, che eventualmente l’utente potrà richiedere privatamente al Concessionario per l’uscita alle ore 17.15 .

Esempio 2: Su 100 utenti, 72 NON chiederanno di usufruire dell’extra timing. Di questi 72 il 91% (n. 66 utenti) apparterrà alle fasce I e II di reddito, pertanto godrà della riduzione del 10% sulla tariffa mensile, pari a € 30,00/€ 34,00. Per 66 utenti su 72 il risparmio mensile così ottenuto sarà totalmente a proprio vantaggio. Su 100 UTENTI : 66 RISPARMIERANNO ALMENO 30-34 EURO AL MESE 26 POTRANNO GODERE DEL SERVIZIO ORARIO PRECEDENTE AL MEDESIMO COSTO 8 CON REDDITI ISEE > 40.001 SOSTERRANNO UN LEGGERO INCREMENTO CHE COSA CAMBIA PER IL PERSONALE EDUCATRICI 2018-2019 CON 110 UTENTI 110 utenti / 7 (coefficiente bambini/educatrici) = 15,71 x 9,45 (ore giornaliere) = 148,46 x 5 (giorni settimana) = 742,3 / 38 (ore lavoro settimanali educatrice) = – 19,53 EDUCATRICI

2019-2020 CON 110 UTENTI 79 ( utenti con 8,50 ore ) / 7 (coefficiente bambini/educatrici) = 11,29 X 8,50 (ore giornaliere) = 95,97 X 5 (giorni settimana)= 479,85/38(ore lavoro settimanali educatrice)= 12,63 educatrici (A ) 31 ( utenti con 9,45 ore ) / 7 (coefficiente bambini/educatrici) = 4,43 X 9,45 (ore giornaliere) = 41,86 X 5 (giorni settimana) = 209,3/ 38 (ore lavoro settimanali educatrice) = 5,51 educatrici ( B )
A+B | 12,63 +5,51= 18,14 19,53 ( 2018/2019 ) -18,14 ( 2019/2020 ) = – 1,39 EDUCATRICI

2019-2020 CON 120 UTENTI Bando aperto durante l’anno e diminuzione della retta per le fasce I e II = Aumento utenti iscritti Con l’iscrizione di +10 bambini ( come da richieste pervenute fuori dei 2 bandi nel 2018/2019 ) : 86 ( utenti con 8,50 ore ) / 7 (coefficiente bambini/educatrice) = 12,29 X 8,50 (ore giornaliere) = 104,47 X 5 (giorni settimana) = 522,35 / 38 (ore lavoro settimanali educatrice) = 13,7 ( A ) 34 ( utenti con 9,45 ore ) /7 (coefficiente bambini/educatrice) = 4,86 X 9,45 (ore giornaliere) = 45,93 X 5 (giorni settimana) = 229,65/ 38 (ore lavoro settimanali educatrice) = 6,04 ( B )
A+B | 13,7 + 6,04 = 19,79 19,79 ( 2019/2020 ) – 19,53 ( 2018/2019 ) = + 0,26 EDUCATRICI 110 utenti (2018/2019) / 15 (coefficiente bambini/ausiliarie)=7,33 X 9,45 (ore giornaliere) = 69,27 X 5 (giorni settimana) = 346,35 / 38 (ore lavoro settimanali ausiliaria) = 9,11 AUSILIARIE

2019 – 2020 CON 110 UTENTI 79 utenti /15 (coefficiente bambini/ausiliarie)= 5,27 X 8,50 (ore giornaliere)= 44,80 X 5 (giorni settimana)= 224 / 38 (ore lavoro settimanali ausiliaria) = 5,89 AUSILIARIE ( A ) 31 utenti /15 (coefficiente bambini/ausiliarie)= 2,07 X 9,45 (ore giornaliere) = 19,56 X 5 (giorni settimana) = 97,8/ 38 (ore lavoro settimanali ausiliaria) =2,57 AUSILIARIE ( B ) A+B | 5,89+2,57= 8,48 9,11 ( 2018-2019 ) – 8,48 ( 2019 – 2020 )= – 0,63 AUSILIARIE

2019-2020 CON 120 UTENTI Bando aperto durante l’anno e diminuzione della retta per le fasce I e II = Aumento utenti iscritti per l’anno 2019-2020 – Con l’iscrizione di +10 bambini ( come da richieste pervenute fuori dai due bandi nel 2018/2019 ) : 86 /15 (coefficiente bambini/ausiliarie)= 5,73 X 8,50 (ore giornaliere)= 48,7 X 5 (giorni settimana)= 243,5 / 38 38 (ore lavoro settimanali ausiliaria)= 6,41 AUSILIARIE ( A ) 34/15 (coefficiente bambini/ausiliarie) = 2,27 X 9,45 (ore giornaliere)= 21,45 X 5(giorni settimana) = 107,25/ 38 38 (ore lavoro settimanali ausiliaria)=2,82 AUSILIARIE ( B )
A+B | 6,41+ 2,82 = 9,23 9,23 ( 2019 – 2020 ) – 9,11 ( 2018-2019 ) = + 0,12 AUSILIARIE

Si prevede che dall’anno educativo 2019 – 2020 il numero di Educatrici /Ausiliarie NON DIMINUIRA’, a prescindere dall’aumento delle iscrizioni, grazie alle possibilità che il Comune concederà al Concessionario di effettuare servizi supplementari, quali ad esempio : 2018-2019 CON 110 UTENTI AUSILIARIE • EXTRA TIMING ASILO NIDO ( DAL LUNEDI AL VENERDI dalle 16,00 – oppure 16,30 – in poi)

• APERTURA SABATO ( mezza giornata oppure giornata intera )

• ATTIVITÀ SUPPLEMENTARI da effettuare dopo le ordinarie ore di servizio asilo nido

Print Friendly, PDF & Email