Risultato tennistico per il Forte Colleferro a discapito dell’Airone

0
936
forte_colleferro
Forte Colleferro
forte_colleferro
Forte Colleferro

“L’Airone per uscire dalle sabbie mobili del fondo classifica, la Forte per continuare a rimanere aggrappata alla locomotiva di testa, dopo i sei risultati utili consecutivi (cinque vittorie e un pareggio tra coppa e campionato), che le hanno ridato entusiasmo e coscienza dei propri mezzi. Si gioca all’aperto, sul sintetico di Via del Quadraro che regge benissimo la pioggia abbondante delle ore precedenti alla gara, ma nulla può contro il clima di primo week end d’inverno, che fa rabbrividire i giocatori in campo e tiene gli spettatori lontani dalla tribuna, dove solo pochi irriducibili coraggiosi, sotto gli ombrelli, resistono agli spruzzi di pioggia e al primo freddo di fine novembre – inizia così la nota di  Marco Giustinelli, Ufficio Stampa Polisportiva Forte Colleferro.

PRIMO TEMPO. Tantari, Forte, Tetti, Navarra e Hamazawa entrano subito in campo. Partita anomala che convince sempre di più che questo è uno sport da praticare al coperto. E la Forte ci impiega quasi un tempo per adattarsi al fondo, al tempo e agli avversari. Gli uomini di Valleri giocano un futsal ordinato, semplice, che valorizza le doti del giovane funambolo Sansone, classe ’94 e la potenza del suo pivot La Rosa. Ma appena Hamazawa e compagni riescono a prendere le misure, per i romani son dolori. Prima Forte colpisce palo pieno in scivolata, poi Valenzi, su punizione, scheggia la parte esterna del legno di sinistra. Mancano tre giri di lancette al riposo e Hamazawa rompe l’incantesimo. Incursione del nipponico sulla destra e tiro velenoso che rimpalla tra le gambe del portiere in uscita e rotola in porta per il vantaggio ospite. L’arbitro chiama il recupero e l’Airone commette il sesto fallo, consegnando a Ryohei Hamazawa la palla del tiro libero. Il giapponese colpisce a botta sicura e sulla bordata nulla può il bravo Vinciguerra. Due a zero Forte e ci si va a scaldare con un te caldo negli spogliatoi – continua Giustinelli.

SECONDO TEMPO. I ragazzi di Forte entrano in campo convinti di aver già archiviato la pratica e solo l’esperienza di Paolo Forte richiama i lepini all’ordine e alla concentrazione. L’Airone torna in campo determinato a riaprire la gara, schierando immediatamente il portiere di movimento. La mossa di Valleri è efficace e dopo appena tre minuti, Manuel Sansone si insinua tra le linee colleferrine e batte Tantari con una bella conclusione a giro. Gara riaperta e Airone avanti a cercare l’impresa. Ma bastano pochi minuti alla Forte per riordinare le idee e “Bomberino” Navarra gela le speranze di rimonta dei romani, siglando la rete del 3 a 1. Poi è ancora Giorgio Mosti che approfitta di una indecisione della retrovia di casa per portare a quattro le reti della Forte. Ancora Airone in avanti e ancora la Forte che cinica colpisce ancora con Federico Valenzi. Accorciano ancora i padroni di casa con una bordata di Simone La Rosa che si insacca imparabilmente sotto la traversa. E’ Jacopo Tantari che chiude definitivamente i giochi, spegnendo le ultime velleità di Bonanni e compagni, insaccando, su rinvio, la palla del definitivo 6 a 2 – ancora l’ufficio stampa della Polisportiva Forte Colleferro.

IL COMMENTO. La Forte è camaleontica. Si adatta a un campo e a un gioco che non sono i suoi, e conquista il sedicesimo punto consecutivo in sei gare giocate, che gli consente di avvicinarsi pericolosamente (per gli altri) alla zona play off. I ragazzi stanno entrando progressivamente in forma smagliante, grazie anche al lavoro dello staff atletico di Dario Pisani, che sta cominciando a dare i suoi frutti, e, alla distanza, stanno dimostrando di riuscire a mettere in crisi qualsiasi avversario. Su tutti la coppia Forte – Hamazawa, supportata in maniera superba da un Lorenzo Tetti che riesce ormai a saltare sistematicamente l’avversario e da un Fabio Navarra che ha ritrovato con regolarità la via della rete. Crescono anche Felici e Mosti, sempre più titolari e anche Federico Valenzi sta tornando in cima alle gerarchie dell’Allenatore, garantendo alla squadra quella compattezza e quella qualità che ci si aspettano da un giocatore del suo livello. E sabato c’è la stracittadina. Dopo anni di anonimato, Colleferro è tornata ad essere la piazza protagonista della C2. Per nomi e classifica sono gli avversari che partono con il favore del pronostico. Ma la Forte delle ultime settimane – si conclude così la nota –  sta dimostrando di non temere rivali. E nei Derby spesso è il cuore che conta più dei muscoli. E questa squadra sta dimostrando di averne proprio tanto, di cuore.”

L’AIRONE – FORTE COLLEFERRO 2-6

MARCATORI: Hamazawa (FC), Hamazawa (tiro libero)(FC), Sansone (A), Navarra (FC), Mosti (FC), Valenzi (FC), La Rosa (A), Tantari (FC)

 

L’AIRONE: Vinciguerra, Paoletti, Amoruso, Malito, De Simone, Marinelli, Caviezel, Schiavone, La Rosa, Sansone, Picano, Bonanni. All. Celestino Valleri

 

FORTE COLLEFERRO: Tantari, Merlo, Valenzi, Tetti, Forte, Favale, Mosti, Hamazawa, Navarra, Graziani, Felici, Parenti. All. Paolo Forte

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email