Rocca di Papa, il Prefetto visita Mondo Migliore

0
574
crestiniprefetto
Crestini e il prefetto Basilone a Rocca di Papa
crestiniprefetto
Crestini e il prefetto Basilone a Rocca di Papa

Mercoledì 7 dicembre il Prefetto di Roma, Paola Basilone, e un folto gruppo di suoi collaboratori hanno visitato il centro di accoglienza “Mondo Migliore”, su via dei Laghi. Ad accoglierli c’erano il sindaco Emanuele Crestini, tutti gli assessori, diversi consiglieri comunali, nonché i rappresentanti delle cooperative che gestiscono la struttura, ovvero Auxilium e San Filippo Neri. Presenti anche diverse scolaresche di bambini, che hanno trascorso la mattinata nel centro per la “Colazione dei Popoli”, un’iniziativa per la conoscenza reciproca delle diverse culture.

“Il centro di accoglienza ‘Mondo Migliore’ è sicuramente fra i migliori che abbia visto – dichiara il Prefetto Basilone –. Qui vengono garantiti non solo elementi di prima necessità, come un tetto e il cibo, ma anche altri servizi fondamentali come l’insegnamento della lingua italiana, importante in un progetto di integrazione. Rocca di Papa si è dimostrato un paese capace di guardare avanti, capace di concepire il fenomeno migratorio come un evento di portata storica. Devo dire che l’Amministrazione Comunale sta gestendo la cosa, per quanto gli compete, in modo ottimale. Se tutti gli altri Comuni d’Italia abbracciassero questo approccio, invece di arrendersi ai pregiudizi e alla paura del diverso, si potrebbe rendere molto più efficiente la rete dell’accoglienza.”

“Ringrazio di cuore il Prefetto Basilone per aver accettato il mio invito – afferma il sindaco, Emanuele Crestini. Per noi è stato un grande piacere averla qui a Rocca di Papa. Abbiamo colto anche l’occasione per chiarire alcuni aspetti inerenti Mondo Migliore assieme ai consiglieri di minoranza Massimo Grasso e Ottavio Atripaldi. Grasso e alcuni esponenti del Pd hanno manifestato, nei mesi passati, diverse perplessità in merito al centro. Grasso arrivò addirittura a dichiarare pubblicamente, durante il consiglio comunale di novembre, che la Prefettura agiva contro la legge. Sono certo che il confronto diretto con il Prefetto lo abbia rassicurato sulle criticità paventate.”

Print Friendly, PDF & Email