Rocca di Papa, Iadecola replica a Crestini

Rocca di Papa, Alessio Iadecola, Presidente del Comitato Pro-Case, replica al Primo cittadino roccheggiano Emanuele Crestini

0
718
rocca_di_papa
Vista di Rocca di Papa

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del Presidente del Comitato Pro-Case Alessio Iadecola che indirizza al sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini per replicare al Primo Cittadino roccheggiano:

“Caro sindaco Emanuele Crestini,

come presidente del Comitato Pro-Case mi sento di dover replicare, in quanto si tenta di mettere in discussione atti pubblici che riguardano il suo operato ed un presunto conflitto d’interessi che non dovrà essere giudicato da me o da altri, ma dall’assise comunale. Nei giorni scorsi è stata pubblicata sull’Albo Pretorio del Comune di Rocca di papa la relazione annuale sui provvedimenti inerenti l’abusivismo sul nostro territorio. Fra i nominativi non raggiunti, ad oggi, quando corre l’anno 2018, c’è un nome legato da parentela a Lei. L’accertamento in questione risale al 2014. Questo dato è riportato su un documento ufficiale. Non si tratta, quindi, di una mera considerazione fatta per “infangarla” o un attacco alla sua famiglia come si tenta erroneamente di far passare. È comprensibile tutto. Sono legittime le smentite che Lei invia agli organi di stampa, ma esistono gli atti pubblici redatti da uffici comunali. Quelli non possono essere smentiti, tanto meno dal capo dell’amministrazione comunale. Ci sono due possibilità: o continua ad ignorare un documento ufficiale che menziona una presunta iniquità e che nell’eventualità La porrebbe in conflitto d’interessi, che ripeto non sono io a dover giudicare ma l’assise comunale; oppure predisporre i dovuti accertamenti e prendere tutti i provvedimenti del caso anche nel rispetto delle 189 famiglie, che rappresento, per le quali si è proceduto senza indugio. Come Lei dovrebbe ben sapere in qualità di primo cittadino e quindi di garante della legalità, come dovrebbero sapere anche tutti i consiglieri comunali che, come lei sono pubblici ufficiali, la legge non ammette ignoranza.

Il presidente del Comitato Pro-Case

Alessio Iadecola”.

Print Friendly, PDF & Email